TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 681 del 20 ottobre  2019
Tel. 346 8046218
A 50 anni dallo sbarco sulla Luna... Stampa E-mail
Scritto da BIAGIO GIORDANO   

A 50 anni dallo sbarco sulla Luna:

Note per una demitizzazione dell'impresa Usa

 La conquista della Luna è avvenuta con un programma frettoloso, per due terzi ad alto rischio incidenti mortali per gli astronauti (ne moriranno diversi in circostanze legate alla inesperienza tecnica e alla fretta, frutto quest'ultima dell'andare avanti ad ogni costo, trascurando ad esempio elementari principi di sicurezza come l'isolamento specialistico dei circuiti elettrici in presenza di ossigeno puro nella capsula contenente gli astronauti che in una occasione rimarranno mortalmente ustionati per un corto circuito. Il tutto era legato alla concorrenza con L'unione sovietica che era già molto più avanti tecnologicamente e quindi occorreva colmare il distacco). 

La spinta ad arrivare primi sulla Luna era anche dovuta alla popolarità del progetto che consentiva giochi politici di potere non indifferenti, basti pensare che i diversi Presidenti degli Stati Uniti succedutisi tra il 1956 e il 1969, nonostante le enormi spese del programma lunare , approveranno sempre le somme previste.

L'inutilità sociale e scientifica del progetto Luna è evidente, non ha dato alcun contributo al salto dell'umanità auspicato con il messaggio rilasciato nello sbarco dal primo uomo.

Nel campo tecnico legato al miglioramento delle comunicazioni terrestri e meteorologiche sarebbe bastato (come poi saggiamente hanno fatto) proseguire con le missioni orbitali intorno alla terra.

Gli astronauti del progetto lunare sono stati dei veri e propri eroi, martiri, kamikaze del proprio corpo, affetti da pulsioni di morte nascoste dietro un palese narcisismo di radice paranoica...

Martiri nevrotizzati dalla vita, ma con l'intelligenza pratica e i cinque sensi intatti...

Spesso infatti, e loro lo sapevano, il fallimento delle missioni in cui erano protagonisti, era dato, fino al primo sbarco sulla Luna, al 50 per cento, con conseguente probabile loro morte...

La conquista della Luna all'umanità non ha dato niente, solo visioni pallide di terreni aridi e morti...e così sarà similmente con Marte nei prossimi decenni ...
E' sempre una questione politica...

Molto meglio la poesia sulla Luna di Leopardi con zero morti e tanta passione immaginifica...

     Biagio Giordano  

 

I LIBRI DI BIAGIO GIORDANO

Cliccate sulle immagini per saperne di più e per acquistarli

 
 
 
        
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information