Category Archives: Pier Franco Lisorini

Il paradosso di una politica priva di senso dello Stato

I valori sono le cose che contano, nell’esistenza degli individui e nella collettività. Per molti la cosa più importante, quella per cui vale la pena studiare, sacrificarsi, spintonare e prostrarsi è il denaro: non il benessere ma proprio il denaro per se stesso. Persone incapaci

Crisi della sinistra o scomparsa della destra?

Tre, trentatre o trecentotrentatre che siano le destre – Prezzolini docet – questo governo non ne rappresenta nemmeno una; governo che, del resto, tutto rappresenta fuorché l’Italia e gli italiani. È passato un secolo da quando lo stesso Prezzolini dichiarava, ingenerosamente, che l’Italia era un

Se l’utopia è l’unico approdo possibile

Senza una rivoluzione antropologica e sociale “democrazia” è una parola vuota Sono tempi questi in cui si torna a ragionare, e sragionare, di democrazia e ci si esercita nell’arte di attribuirne una patente a punti. Abbiamo appreso dai giornali che noi viviamo in una compiuta

Fra vere e false emergenze: il femminicidio

Puntuale come una febbre ricorrente torna l’emergenza femminicidio. Questa volta per strafare e anche perché più impellente è la necessità di distrarre l’opinione pubblica si è addirittura resuscitata e potenziata la vecchia Commissione parlamentare d’inchiesta,  che diventerà bicamerale.  E ci sarebbe da ridere, come del

Se piazzale Loreto è sempre fra noi

Chiusa la parentesi del Ventennio antifascisti e neofascisti non hanno senso: ci sono solo ex fascisti, ma riposano nei cimiteri. Riprovazione d’obbligo, s’intende bipartisan, per l’imbecille che ha appeso a testa in giù un manichino con le sembianze della Meloni. Sono i frutti rancidi del

Un passo avanti e due indietro: torna la Civiltà Occidentale

Riportata in vita dagli stessi che ohibò il razzismo e viva la globalizzazione Tremo quando, come in questi giorni in cui molti paventano concrete iniziative di pace che scavalchino quello Zelensky così restio a dismettere la maglietta militare, sento invocare i valori dell’Occidente o, come