TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XIV
Numero 615 del 22 aprile 2018
Tel. 346 8046218
LA RASSEGNA STAMPA DELLA SETTIMANA
Cinema: I due maghi del pallone Stampa E-mail
Scritto da BIAGIO GIORDANO   
RUBRICA DI CINEMA A CURA DI BIAGIO GIORDANO

 I due maghi del pallone

I due maghi del pallone è un film comico-parodistico del 1970 diretto dal regista Mariano Laurenti.

 Film giudicato dalla critica come sconclusionato, povero di idee, mal recitato, con una parodia su Helenio Herrera ex mago dell'Inter e il famoso arbitro Lo Bello per niente divertente e comunque solo confusamente accennata lontana da ogni logica narrativa elaborata con impegno e acume, etc. etc.

Nonostante questi probabili difetti il film sta diventando un cult, allora c'è da chiedersi perché i difetti oggettivi di un film, individuati da delle intelligenze razionali evolute esperte di cinema, possono essere solo un aspetto della difficile questione di come giudicare complessivamente il valore artistico, tecnico, culturale, sociale, presente in un film, soprattutto quando il giudizio del pubblico espresso in modo silenzioso con i dati di botteghino è un altro?

E' possibile una sintesi di giudizio che tenga conto sia del voto della critica sia di quello del pubblico? No, almeno finché non si risponde efficacemente alla domanda. Cos'è il cinema?


Il problema sta nel fatto che una risposta a questa domanda lascia sempre dei vuoti spaventosi, soprattutto in chi si ostina a non inglobare, nell'analisi esplorativa per la risposta, come il film viene vissuto clinicamente dallo spettatore, cioè come la complessità dei meccanismi desideranti inconsci di ciascuno possono variare e trovare il cinema come un alleato prezioso nelle formazioni dei sintomi più svariati, per lo più poco indagati dai critici cinematografici.

Una complessità enorme destinata ad essere ignorata a causa del pudore eccessivo della critica cinematografica a trattare temi semiologici riguardanti lo spettatore, temi che obbligherebbero a calarsi nella soggettività delle persone quindi anche nell'arte, immaginata inscindibile da aspetti psicologici regressivi, che si presenta qua e là nel pensiero dello spettatore più o meno umile quando va al cinema.

Biagio Giordano

I LIBRI DI BIAGIO GIORDANO

Cliccate sulle immagini per saperne di più e per acquistarli

       
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 






chiamaci su Skype

Il mio stato

Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner

dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information