E’ scomparso il grande chitarrista Franco Cerri

PASSIONE. Chi negli anni giovanili ha avuto la fortuna di frequentare il Santa Tecla, tempio della musica jazz milanese, oggi ricorda con affetto e un pizzico di nostalgia il grande chitarrista Franco Cerri, scomparso all’età di 95 anni. Con lui il jazz, quello vero radicato nel mondo delle armonie, perde un artista di fama internazionale che assieme a Enrico Intra aveva formato un sodalizio artistico che diede vita a un celebre duo strumentale.
Come molti jazzmen della sua generazione, Franco Cerri è salito sul palco accanto ai giganti di questo genere musicale – da Chet Baker a Gerry Mulligan, da Django Reinhardt a Dizzy Gillespie – cimentandosi anche nella musica brasiliana e in quella “leggera”. Con il suo linguaggio espressivo modulato sulle sette note e le famose chitarre, Cerri è stato anche un riconosciuto docente in grado di trasmettere ai suoi numerosi studenti una passione per la musica intrisa di umanità e impegno civile.
Doti queste che ne hanno caratterizzato la personalità, forgiatasi nella sua Milano. La Milano d’altri tempi, delle case di ringhiera dov’era nato, in una famiglia povera, iniziando a suonare mentre lavorava come muratore.

Renzo Balmelli da Avvenire dei lavoratori

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *