Con Paolo Pietrangeli scompare non solo un interprete della canzone d’autore, ma anche un pezzo d’Italia

CONTESSA.

Con Paolo Pietrangeli, 76 anni, scompare non solo un grande interprete della canzone d’autore, ma anche un pezzo di quell’Italia attraversata dai fermenti del ’68 che avrebbero acceso la miccia della contestazione.
Sempre a sinistra, la voce di Pietrangeli, figlio del regista Antonio, è stata testimone autentica, bellissima, di un periodo che lo ha visto emergere non solo nella musica, ma anche nella regia cinematografica e televisiva.
Nella sua carriera diresse il film Porci con le ali, e di lui si continuerà ad amare la sua canzone più famosa Contessa; diventò l’inno di tante manifestazioni di quell’epoca contrassegnate da uno straordinario impegno politico, racchiuso in una frase esemplare come questa: «Ma se questo è il prezzo, lo abbiamo pagato / nessuno più al mondo dev’essere sfruttato». Un testo che risuona ancora oggi con immutato vigore e che l’autore avrebbe potuto comporre anche ora tanto è attuale.
Renzo Balmelli da Avvenire dei lavoratori

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *