Lettura di un’immagine: L’incubo

L’incubo
Olio su tela (1781) Di Johann Hendrich Fussli
Detroit Institute of Arts   USA

La scena è ambientata nell’interno in penombra di una camera da letto: vediamo in primo piano una giovane donna addormentata su di un letto, con la testa reclinata verso il basso e un braccio che pende fuori dal letto. Sopra di lei è accovacciato un essere mostruoso che guarda nella nostra direzione. Nella penombra della stanza si intravedono alcuni oggetti: un libro, una fiala e uno specchio posti su un tavolino al fondo del letto.   Dallo sfondo cupo emerge la testa grigia e nera di una cavalla dagli occhi bianchi. Il volto pallido della donna dormiente ha un’espressione inquieta e potrebbe anche essere il volto di una morta. Sotto il suo corpo si trova una coperta colorata di giallo e di arancio. La bella addormentata veste un ampio camicione bianco sotto il quale si intravedono le sue forme curvilinee. Il telo dal quale emerge la testa della cavalla nel ricadere  sul pavimento diventa rosso fuoco. Si tratta evidentemente di un’opera che risente del clima preromantico e neoclassico di fine Settecento di cui era impregnato il pittore (nato a Zurigo nel 1741 e morto in Inghilterra a Putney Hill nel 1825), un’opera ricca di simboli e di immagini che riflettono le  paure della giovane abbandonata e indifesa nel suo sonno agitato da fantasmi infernali. Questo dipinto  fu criticato  dai contemporanei per le sue evidenti allusioni erotiche. Chissà cosa avrebbero detto oggi di fronte alla esposizione delle modelle nude di Vanessa Beecroft!

Fuvio Sguerso

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *