La ricetta della settimana: I cannelloni di Roller Stampa
Scritto da SALVATORE GANCI   

 I cannelloni di Roller

Eravamo rimasti a quel mazzo di borragine (e un mazzetto di cicoria) raccolti durante una passeggiata produttiva, ora che è quasi primavera, e che laveremo perfettamente.  Sovrapponendo le foglie (che pungono un po’ le dita) le taglieremo finissime. Superfluo dirvi che ci vuole una lama sottile e affilatissima (io ricorro al mio affezionato Opinel 12). Servono poi 8 cubetti di spinaci surgelati che metterete in un pentolino di alluminio spesso con un po’ d’olio extra vergine di oliva, mezzo dado vegetale o meglio il granulato vegetale senza glutammato, la cicoria a pezzetti e i gambi della borragine a pezzetti e gli scarti del taglio di questa. Fate stufare a fuoco lentissimo (vi ci vorrà mezz’ora circa). Tagliate finemente le verdure cotte, mettetele in una ciotola, fate intiepidire e aggiungete due uova che sbatterete bene nel composto, una vaschetta di ricotta, un po’ di formaggio grattugiato, pepe nero, maggiorana secca. Ne deve risultare un composto spalmabile. Lessate (una alla volta) 12 sfoglie di lasagne, appoggiate la lasagna sul tagliere mettete ben spalmato un cucchiaio abbondante del composto, una presa di borragine cruda, un filo di besciamella pronta e arrotolate. 

Con le dosi indicate io riesco a comporre due vaschette (22 cm x 18 cm) di 6 cannelloni (due a testa) per vaschetta. Il lavoro va completato con besciamella a riempire gli spazi vuoti. Infine una presa di borragine cruda sopra, una grattata di noce moscata e una spolverata di maggiorana secca. Un vassoio è per questa sera e l’altro nel freezer per una giornata in cui non è opportuno stegamare. In immagine i cannelloni prima di essere infornati. Indicativamente 20 minuti con forno a 180° ma la “vista” è il miglior sistema di controllo della cottura.

 

 

P.S. Tutte le fotografie si riferiscono sempre e senza eccezioni al piatto realmente preparato dal sottoscritto e consumato da tre persone

 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information