Albenga, ripristinata la panchina dedicata a... Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   
Albenga, ripristinata la panchina
dedicata a Loredana Colucci

 Questo è un momento importante per le donne e gli uomini”, ha dichiarato l’assessore alle politiche sociali di Albenga Simona Vespo durante il ripristino della panchina dedicata a Loredana Colucci, vittima albenganese di femminicidio, “e questa panchina era stata inaugurata nel giorno contro la violenza sulle donne.


Ringrazio tutte le associazioni cittadine che si occupano di tematiche femminili: lo sportello Artemisia, la Fidapa, lo Zonta, le Dame della Croce Bianca e Donne e Mamme Musulmane. Dal 1922 si festeggia la Festa della Donna e Teresa Mattei, una delle più giovani donne dell’Assemblea Costituente ha scelto la mimosa per celebrare questa giornata. Molti sono stati i passi in avanti fatti in favore delle donne : il diritto di voto nel 1946, il divieto di licenziamento in caso di matrimonio nel 1969, la legge sul divorzio nel 1970, la riforma del diritto di famiglia nel 1975, la legge sull’aborto nel 1978, l’illegalità del delitto d’onore nel 1971, la presenza di quote rosa nei consigli d’amministrazione nel 2011 e la legge sullo stalking nel 2013 e voglio ricordare che in questi ultimi anni sono in costante aumento i femminicidi verso le donne più anziane.


 La figura di Loredana Colucci è molto importante per Albenga e la Consulta del Volontariato ha voluto la panchina presso il Centro Giovani per far sì che i nostri ragazzi possano capire che la violenza non è un mezzo per un buon rapporto di coppia. Occorre il buonsenso di entrambi i membri della coppia con una buona intesa e ringrazio le forze dell’ordine per il loro costante lavoro. L’amministrazione ha attuato un progetto importante sui conflitti della coppia che consiste in una linea telefonica per il recupero dell’uomo violento. La violenza non ha confini di razze ed occorre denunciare qualunque violenza perché il rispetto della dignità è un diritto di ciascun individuo e voglio ringraziare per essere intervenuti il sindaco di Alassio Enzo Canepa e le assessore Lucia Leone e Fulvia Ruggieri”.

Parole simili da parte di Dino Ardoino, presidente della Croce Bianca: ”Questa panchina è molto importante e tutti i volontari della Croce Bianca credono nei valori di questa panchina. Ringrazio il sindaco Cangiano e l’assessore Vespo per aver permesso un veloce ripristino di questa panchina e voglio ricordare la frase di Martin Luther King “Ciò che ci spaventa non è la violenza dei cattivi ma l’indifferenza dei buoni”. E’ molto importante lavorare per diffondere la solidarietà, il rispetto e la dignità per tutti”.


“Parlo con il cuore e ringrazio tutti i presenti e mi sento di dire che chi danneggia un simbolo come questo fa una scelta ignobile perché vuole nascondere l’impegno di tutta la comunità verso questi temi ma la nostra volontà è più forte. Occorre essere sempre più convinti e la nostra città ha un’enorme potenziale; a tal proposito voglio ringraziare tutte le forze dell’ordine e le associazioni di volontariato che lavorano per migliorare la situazione. Occorre dare un messaggio importante ed ho notato che le donne, in ogni campo, devono sempre dimostrare qualcosa di più rispetto agli uomini e questo è un grave errore. Le violenze sono molto gravi ma occorre parlarne sempre perchè il silenzio è pericoloso”, conclude il sindaco di Albenga Giorgio Cangiano.

 

    SELENA BORGNA  


Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information