Savona, il candidato sindaco di centro-destra Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   
Savona, presentato il candidato sindaco
della coalizione di centro-destra

 Si è tenuta, alla presenza del governatore Giovanni Toti, del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e dei rappresentanti dei partiti della coalizione, l’ufficializzazione di Angelo Schirru come candidato sindaco del centro-destra alle prossime elezioni comunali di Savona; il primo cittadino uscente ha deciso di non concorrere per un secondo mandato.


“Siamo qui con tutti i partiti che mi appoggiano in regione”, dichiara il presidente della regione Liguria Toti, “ed il comune di Savona è stato governato dal centrodestra quando le difficoltà erano molte, la tragedia del Ponte Morandi, le mareggiate ed il Covid; i problemi hanno rallentato l’azione politica ed abbiamo ereditato un comune in serie difficoltà economiche ma la città ha cambiato volto. Siamo consapevoli che si sarebbe potuto fare di più e meglio ma abbiamo fatto molto e sono stati effettuati investimenti importanti come Villa Zanelli ed il Waterfront di Ponente; il prossimo sindaco di Savona si troverà un bilancio migliore ma la staffetta sarà coordinata e condivisa. Sono convinto che l’assessore Santi farà parte della coalizione che resterà aperta ma occorre essere chiari e condividere un percorso; ad ora è stato scelto solamente il candidato sindaco e chi fa politica a Savona non deve chiedere nulla per sè stesso ma pensare a cosa farà per la città”.

 


 

Grande commozione da parte di Ilaria Caprioglio, sindaco uscente :”Sono emozionata ma voglio ricordare che mi sono insediata con una situazione di pre-dissesto ed abbiamo dovuto fare un piano di riequilibrio decennale; abbiamo fatto politiche impopolari ma necessarie senza dimenticare la partecipazione a bandi per più di 30 milioni. Al candidato Schirru auguro buona campagna elettorale e buon lavoro e posso tracciare un bilancio positivo di questa esperienza; non sono mai venuta meno alle mie responsabilità nel mio mandato. Mio padre mi ha insegnato il rispetto per i più deboli mentre il dottor Renzo Mantero mi ha trasmesso la volontà di non avere paura; i singoli partiti devono aiutare il sindaco senza scontri e voglio ringraziare gli assessori, i dirigenti, il personale, il segretario comunale, la mia famiglia e tutti i cittadini che mi hanno sempre appoggiata”.

 


 

“Alle elezioni del 2016 non eravamo nella coalizione”, afferma il rappresentante dell’UDC, “ma adesso sì e siamo a disposizione di Schirru perchè è capace ed ha i nostri stessi valori”.

“Siamo cresciuti e vogliamo essere vicini alla città”, sottolinea Matteo Rosso per Fratelli d’Italia, “e ringraziamo Ilaria Caprioglio che appoggia il nome di Schirru. Mi fa molto piacere vedere qui Stefano Balleari e l’assessore regionale Simona Ferro ricordando che il 9 luglio Giorgia Meloni sarà in Liguria”.

“Ringrazio Ilaria e la sua squadra”, ricorda Angelo Vaccarezza in rappresentanza di Cambiamo, “e la Savona di cinque anni fa era dei derivati mentre ora ha un bilancio sano; dò il mio personale benvenuto al candidato Schirru”.

 


 

“Il percorso del sindaco Caprioglio si è rivelato difficile fin da subito”, evidenzia Carlo Bagnasco di Forza Italia, “ma ora i risultati ci sono. Una buona base è rappresentata da un messaggio di unità di tutti i partiti della coalizione e qui ci sono tutti”.

“Ringrazio Ilaria Caprioglio per il lavoro fatto dicendo che il centrodestra non è abituato a governare a Savona”, riprende l’Onorevole Edoardo Rixi per la Lega, “e per il futuro occorre rilanciare la cultura ed il turismo. La Lega ringrazia il sindaco uscente che ha avuto una maggioranza difficile ma nonostante tutto ha sempre amato Savona e ha voluto fare il bene dei cittadini; spero vivamente che la prossima maggioranza possa essere unita”.

 


 

“Saluto tutti ringraziando il governatore Toti e tutti gli organizzatori”, commenta il candidato sindaco Schirru, “senza dimenticare Ilaria Caprioglio che ho conosciuto per la sua attività nel sociale. Lavorando al San Paolo mi sono assunto responsabilità cliniche e gestionali; sono di origine sarda ma sono venuto qui all’età di cinque anni ed ho parenti a Fossano e ad Albenga. Ho accettato l’incarico con preoccupazione ma anche con entusiasmo per dare il mio contributo per fare qualcosa per la città; studierò i problemi e li condividerò facendo una sintesi delle decisioni ed ascoltando i bisogni delle persone.

 


 

Mi piacerebbe molto avere una consulta delle associazioni con una città veramente sostenibile; le mie promesse non saranno disattese ma vorrei collaboratori seri e competenti per lavorare al meglio. Ho una bozza di programma elettorale che riprende i problemi di Savona che sono convinto sarà migliore tra cinque anni; i partiti faranno squadra ed occorre portare avanti un discorso unitario”.

“Ringrazio tutti gli intervenuti dicendo che saremo al fianco di Schirru e la scelta di Liguria Popolare di non entrare nella coalizione è legittima”, conclude Giovanni Toti.

 

SELENA BORGNA 

 


 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information