Battezzata Costa Smeralda Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   

Battezzata Costa Smeralda

 Si è tenuto, alla presenza dei vertici di Costa Crociere, delle autorità del territorio, della madrina Pénelope Cruz e di numerosi ospiti, il battesimo della nuova nave Costa Smeralda.

 

  

“Voglio dare il benvenuto a tutti”, dichiara il comandante Paolo Benini, “e per me questa nave è la vera rappresentazione dell’Italia sul mare. L’8 febbraio ho ricevuto il comando e per me è stato un onore ma sono anche orgoglioso di esporre il tricolore italiano su questa meraviglia”.

 


 

Stessa soddisfazione da parte di Arnold Donald, president and CEO Carnival Corporation: ”Il battesimo di una nave porta con sé tradizioni ed obblighi di secoli e per noi questa nave è un neonato che non vediamo l’ora di conoscere. Ringrazio le autorità locali, Neil Palomba ed Adam Thiany che ha portato qui i progettisti che hanno creato la nave; Carnival ha in sé nove linee che racchiudono eccellenza, sicurezza e tutela ambientale e nonostante le recenti notizie sul Coronavirus le persone vogliono viaggiare e viaggiare su una nave è il modo più facile e conveniente. Carnival ha in sé nove brand e Costa è uno di quelli più vecchi poiché è stato creato nel 1854 come linea merci diventando, nel 1948, una compagnia crocieristica.

 


 

 Molti dei nostri dipendenti sono italiani e siamo molto orgogliosi di far parte di questa storia”.

“Do a tutti il mio benvenuto ed essere qui mi rende orgoglioso”, afferma Michael Thamm, CEO del Gruppo Costa e di Carnival Asia, “e, visto che sono in Italia da tre anni, ho pensato ad una nave progettata da architetti italiani per portare il design italiano per mare. La nave è stata realizzata in Finlandia perché troppo grande ma l’idea del design italiano è rimasta coinvolgendo i brand nazionali che sono stati molto contenti. Il mondo ama l’Italia e questa nave corrisponde all’idea di vacanza dei clienti di tutto il mondo; è stato difficile consegnare quest’opera ma sono grato a tutti coloro che vi hanno lavorato e mi piace ricordare che a bordo è presente il primo museo realizzato su una nave.

 


  

Nei circa 30 anni di vita della nave ci saranno 10 milioni di clienti e dimostriamo bene cosa sia l’Italia nel mondo; abbiamo investito un miliardo, cifra importante per l’Italia e le sue destinazioni. Questa è una delle 28 navi del gruppo e diamo 12,5 milioni di contributo all’economia europea, di cui un quarto in Italia, e 17000 posti di lavoro. Stiamo progettando una nuova sede per Genova ed occorre fare il nostro meglio ma voglio ricordare che questa sarà la prima di una serie di navi alimentate a LNG (gas naturale liquefatto)”.

 


 

“Ringrazio tutti i presenti in particolare la madrina della nave”, sottolinea Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere, “e per me questa è la nave più bella del mondo. Rivolgo un sincero grazie all’equipaggio e mi sento di dire che questa nave è una sintesi di bellezza e tecnologia, una vera smart city itinerante. Il futuro è rappresentato da questa opera che riduce del 40% le emissioni di CO2 entro l’anno e disegna nuovi standard per la trasformazione del settore; divertirsi ed essere responsabili dell’ambiente è per noi l’obiettivo principale. Il direttore creativo, Adam Thiany, ha svolto un eccellente lavoro perchè permette di vedere l’unicità dell’Italia con gli occhi di uno straniero e le zone che esprimono tutto ciò sono Piazza Trastevere dove sono presenti numerose gelaterie e si esibiscono i musicisti, il Colosseo, vero cuore della nave con l’Illy Bar, Ferrari e Campari, Piazza di Spagna, il beach club “La Spiaggia”, la spa “Solemio”, la passeggiata “Volare”, l’Acquapark e tutti i 16 ristoranti ed i 19 bar. Stare bene e divertirsi è molto importante ma occorre rispettare il pianeta e ricordo che il turismo crea occupazione e ricchezza avendo però come massime priorità la salute e quotidianamente svolgiamo operazioni di sanitizzazione e procedure di sicurezza”.

 

 

“Ringrazio per l’invito dicendo di essere orgoglioso di avere qui le eccellenze italiane nel mondo”, evidenzia il viceministro dei trasporti Giancarlo Cancelleri, “ed il rispetto per l’ambiente è importante tanto che Costa anticipa le leggi e gli obiettivi su questi temi. Il gas naturale apre a nuovi scenari e mi piace molto sapere che su queste navi non ci sarà più plastica monouso; sono convinto che bisogna fare grandi battaglie per queste cose e spero che si continui così”.

 

 

“Tra Costa Crociere e la città di Savona c’è un bel rapporto e ricordo che Savona ha aperto, nel 2018, il decennale del Patto dei Sindaci al Parlamento Europeo. Lavoriamo bene con Costa ed abbiamo promosso insieme molti progetti come quello della consegna delle eccedenze al Banco Alimentare. Il prossimo anno saranno 25 anni che Costa è a Savona e sono sicura che questo rapporto continui”, conclude il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio.

 

 SELENA BORGNA   

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information