Loano, intitolato a Bice Neppi il laboratorio... Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   

Loano, intitolato a Bice Neppi

il laboratorio di scienze dell’istituto Falcone

 

Si è tenuta, alla presenza della dirigente scolastica Ivana Mandraccia, del consigliere regionale Angelo Vaccarezza, del vicesindaco Luca Lettieri, dei docenti e dei ragazzi dell’istituto Falcone, l’intitolazione a Bice Neppi del laboratorio di scienze. L’illustre scienziata (Ferrara 5 agosto 1880 – Milano 15 giugno 1968) nel 1938 fu espulsa dal Politecnico di Milano “perché di razza ebraica”.

 


 

“Ringrazio il consigliere Vaccarezza, il vicesindaco Luca Lettieri, i docenti ed i ragazzi presenti”, ha dichiarato la dirigente dell’istituto, “e ricordo che il laboratorio è stato creato con fondi comunitari. La professoressa Tosi ha approfondito questa figura, ostacolata dalle leggi razziali, che nel 1938 fu espulsa dal Politecnico di Milano perchè ebrea. Fu costretta a nascondersi ma due suoi fratelli vennero catturati e deportati; il titolare di un’industria di Novi Ligure la assunse sotto falso nome e qui proseguì le sue ricerche. A fine guerra le fu proposto il reintegro all’università ma lo rifiutò e continuò a studiare facendo scoperte importanti”.

 


 

Stessa commozione da parte del consigliere regionale Vaccarezza: ”Saluto tutti dicendo di essere contento che questa scuola abbia ampliato l’offerta formativa perché ciò dimostra che vi è volontà di crescere. La scelta di intitolare il laboratorio ad una persona come Bice Neppi mi piace e lunedì si celebrerà la liberazione di Auschwitz ma mi sento di dire che l’antisemitismo non è ancora finito visto che ogni anno molti ebrei lasciano i loro stati di residenza per andare a vivere in Israele. Occorre ricordare sempre questi tragici fatti perché tutto ciò non si ripeta mai più”.

 


 

“L’evento di oggi è inserito in un percorso culturale che permette di raccontare la nostra storia”, afferma il vicesindaco Luca Lettieri, “e questa scienziata ha subito la morte civile perchè ebrea. Il nostro comune ha conferito la cittadinanza onoraria a Liliana Segre e ad Aldo Marostica, uno degli ultimi deportati politici loanesi, e quindi sono molto contento dell’intitolazione di questa giornata”.

 

 

“Ringrazio la preside dicendo che questo laboratorio è uno spazio ampio e rinnovato ed è composto da due aree nelle quali si realizzano gli esperimenti di biologia e scienze. Sono presenti dieci microscopi ottici ed i ragazzi si preparano i vetrini da soli; questo laboratorio è uno spazio importante perchè tutti hanno un ruolo”, conclude la professoressa Rocca, coordinatrice del laboratorio.

 

SELENA BORGNA 

 


 

   

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information