Cinema: Muffa Stampa
Scritto da BIAGIO GIORDANO   
RUBRICA DI CINEMA A CURA DI BIAGIO GIORDANO
MUFFA

Germ. 2012 GENERE: Dramm. DURATA: 94′ REGIA: Ali Aydin

ATTORI: Ercan Kesal, Muhammet Uzuner, Tansu Biçer

Trama. Una serie di episodi drammatici si svolge all'interno di una nazione, la Turchia, attraversata da odi etnici-razziali di spaventosa portata sociale. E' un'atmosfera paurosa per milioni di cittadini, che sono privi anche di ogni elementare diritto.

Tra il 1987 e 2001 il conflitto turco-curdo si riaccende in maniera particolarmente brutale con conseguenti forti spargimenti di sangue e numerose sparizioni di persone, (molte delle quali non saranno mai più ritrovate). 

Basri, curdo, protagonista del film, è responsabile della perfetta tenuta operativa dei binari delle ferrovie della sua zona, cosa che lo costringe a fare a piedi tutti i giorni molti chilometri da solo. Basri soffre di epilessia, una malattia che cura con dei farmaci e tiene nascosta ai suoi superiori per timore di essere licenziato.

Nel film siamo nel 2012 e sono diciotto anni che il figlio di Basri è scomparso, e lui, ossessionato dal ricordo e indignato, ogni mese scrive al ministero dell'Interno per avere notizie. 

Il figlio studiava ad Istanbul, quando a un certo punto non si è saputo più niente di lui. La madre del ragazzo, intuendo il peggio si ammalò e poi morì. 

Basri rimasto solo, spera ancora di ritrovare suo figlio vivo. L'unica informazione che riceve da Istanbul, non è incoraggiante, gli viene detto che il ragazzo era noto per attività antigovernative. 

Film molto emozionante, essenziale, crudo, facile da seguire, destabilizzante per la forte e devastante pulsione di indignazione che suscita il contrasto tra i diritti dei cittadini nei Paesi più tradizionali dell’Europa e quelli in Turchia, che sono quest'ultimi praticamente in mano solo a chi nelle istituzioni ha poteri di influenza...

     Biagio Giordano     

I LIBRI DI BIAGIO GIORDANO

Cliccate sulle immagini per saperne di più e per acquistarli

 
 
 
        
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information