SETTIMANALE anno XVII
n° 756 del 13 giugno 2021
tel 346 8046218

Loano Stampa E-mail
Scritto da Giambello   
La tavola dei mostri
Loano, due chiacchiere a proposito dei candidati sindaco
  
Luigi Pignocca (IVG.it)

Da... La Stampa... di venerdì 31 Marzo 2011

 Il dr. Luigi Pignocca, con grandissima sorpresa, ha dichiarato la sua candidatura a sindaco di Loano.

Più che una tavola politica, quella di venerdì sembrava il tavolaccio della “prova del cuoco” vista la mole dei partecipanti (vedi foto su La Stampa), con quelle sei manone cicce incrociate e i colletti bianchi rigorosamente aperti che mostravano la pappagorgia…

...“noi siamo quelli che tifano (da tifo petecchiale?) per Loano e non gufiamo per la città” esordiva l’aspirante sindaco, e poi ancora :”abbiamo fatto il nuovo porto (si per rivenderselo) che darà una grande opportunità per l’occupazione (beh, si in effetti è stata occupata una vasta area di mare….), abbiamo approvato la zona turistica e abbiamo fatto le tante rotonde (e tagliato il rotondaio), la vera scommessa sarà il nuovo puc per le scelte di Corso Europa (in Italia le scommesse sono illecite….come tante altre cosette, ma va beh…), avrò la pesante eredità del mio migliore amico Angelo e blà blà blà.

 

Poi la parola al Podestà, ops, sindaco in carica che si gongola ricordando ai giornalisti ciò che ha fatto in questi due mandati, compreso il tracciato ferroviario in galleria per salvare 156 abitazioni.

A parte che questa galleria dobbiamo ancora vederla, ma non era meno dispendioso fare un paio di sottopassaggi in più?

E poi dice che lui “lascia perché sarebbe stato invasivo”. In effetti ha invaso tutto il territorio circostante possibile, ma in realtà se ne va perché non può fare diversamente , che poi se ne va solo nominalmente….

Dino Sandre (foto IVg.it)

Mentre il rappresentante della Lega Nord tace o sonnecchia come ha fatto in questi anni di legislazione Vaccarezza , a lui va tanto bene il locale alla “Marina di Loano” già ce l’ha qualcuno della sua famiglia.

 Dall’altra parte il notizione che il candidato a sindaco del “Listone” è Dino Sandre, antiquario. Consigliere uscente della lista civica “E' LOANO”, delegato dal gruppo a seguire e trattare temi del Bilancio.

Quest’uomo apparentemente mite merita rispetto se non altro perché abita al di là del passaggio a livello e gira sempre in bicicletta.

Potrebbe essere una svolta e una opportunità di voto per i romanticoni che credono ancora nel “bello”, nell’antico, nell’ecologia e nel rispetto del territorio.

Quest’uomo potrebbe essere la chiave di volta, il “messia”. Il “salvatore” della Kasba, ops, città. La liberazione dai chili di troppo!

Potrebbe togliere quell’eredità tanto onerosa al Pigna se solo avesse la brillante idea di non mettere simboli o affini nella sua lista civica, perché ancora non hanno capito che i “comunisti” a Loano non li vuole nessuno (?).

(Che poi non è il comunismo in sé a dare fastidio, che tra l’altro non esiste nemmeno più, bensì l’idea del “rosso”, che semplicemente stona col l’azzurro del mare e il verde delle montagne che lo proteggono).

 

Giambello

 

03/04/2011

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 
Banner

Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information