Category Archives: Roberto Paolino

Le giravolte di Salvini

Quanti di voi si sono chiesti perché Salvini abbia cambiato linea, sull’invio delle armi in Ucraina, anzi sia diventato, il primo pacifista Italiano, dopo aver votato il provvedimento, insieme agli altri partiti che compongono il famoso governo dei migliori, ricordando che in un tempo non

Com’è da considerare la libertà di stampa in questo Paese?

In questi giorni abbiamo assistito a un episodio che ha fatto discutere e ci riferiamo alla presenza del direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano alla convention di Fratelli d’Italia e contemporaneamente a tutto ciò, forti proteste sull’ intervista del ministro degli esteri russo Sergej Viktorovič Lavrov

IO SONO UCRAINO

14 febbraio di 77 anni fa Franklin Delano Roosevelt, Winston Churchill e Josif Stalin si incontrarono in Crimea, nel Palazzo di Livadija che era stato la residenza estiva di Nicola II a Yalta, città sul Mar Nero quasi interamente distrutta dalla guerra. Pochi mesi dopo

Buona Pasqua, vinca il cuore e perda il cinismo.

Diciamolo “o condizionatore o pace” è probabilmente uno dei punti più bassi, che qualsiasi Presidente del consiglio abbia mai raggiunto nella storia Repubblicana. Con questa enorme caduta di stile, il Presidente del consiglio del Governo di tutti dentro, ci vuol fare intendere che basta spegnere

Dalla televisione nozioni anti-democratiche

Il mio pensiero domenicale di questa settimana è dedicato alla televisione o meglio alle trasmissioni di approfondimento politico, che imperversano in tutte le reti. Dopo due anni di risse sul covid, ricordate no vax, sì vax, no green pass, sì Green pass, oggi cambiano argomento

Riprendiamoci la libertà

In tanti in troppi, parlano di libertà, c’è chi ad esempio ha pensato di esportarla in giro per il mondo con i bombardamenti, oppure chi non capisce quando cessa la sua libertà ed inizia quella altrui. Nell’antichità ad esempio i Greci del v secolo a.C.

Che l’inse?

Il 5 Dicembre 1746, 276 anni fa, un figgeu (ragazzo) dal nome Giovanni Battista Perasso, divenne famoso. A quei tempi Genova subiva l’occupazione dell’impero Asburgico e quel ragazzino scagliando quella pietra contro l’esercito Austro- Piemontese diede inizio alla rivolta. La traduzione molto libera dal genovese