CASO TORRETTE E COLLINA DEI BRUCIATIINDAGATI TECNICI COMUNALI, PROGETTISTI E COMMITTENTI

Albissola, chiesti 19 rinvii a giudizio

LA STAMPA
[FIRMA]MARCO RAFFA
SAVONA
Diciannove richieste di rinvio a giudizio per proprietari, progettisti, titolari di imprese edili e tecnici comunali. Dal caso-torrette alla collina dei Bruciati, a un'indagine a tappeto sulle edificazioni nel territorio comunale di Albissola Marina: l'inchiesta della Procura di Savona sullo scandalo urbanistico scoppiato nell'estate del 2007 è arrivata a un punto di svolta. Nei giorni scorsi è stato depositata in cancelleria, perchè il Gup fissi un’udienza, la richiesta di rinvio a giudizio per 19 persone: tra loro il responsabile del settore Lavori Pubblici del Comune, l'architetto Laura Pasero, 49 anni e il geometra comunale Sonia Prato, 41 anni; e poi un lungo elenco di professionisti e committenti legati agli immobili che, secondo l'accusa, sarebbero stati realizzati o comunque avviati, in zone del territorio albissolese «inedificabili» perchè destinate a verde pubblico o a rischio frana.
I reati ipotizzati e per i quali si chiede il rinvio a giudizio sono l'abuso edilizio in varie forme, l'abuso d'ufficio, il falso ideologico commesso da pubblico ufficiale e da chi esercita un servizio di pubblica necessità: è il caso di geologi e progettisti. In tutto, nella richiesta firmata dai sostituti Vincenzo Scolastico e Chiara Maria Paolucci sono stati previsti 29 diversi capi d'imputazione. Per interventi in lotti privati che secondo le normative urbanistiche non sarebbero stati edificabili sono coinvolti il geologo albissolese Guido Carieri, 40 anni, l'architetto savonese Silvia Dagna e la committente Gabriella Farrauto, 39 anni; Franco Zavattaro, 69 anni, di Canelli (anche lui committente), gli architetti Donatella (42) e Roberto Milanta 39) di Borgio Verezzi e Albissola; l'impresario savonese Paolo Badano, 39 anni, Gudrun Reichardt, 65 anni, committente.
Complesso anche il capitolo "torrette": qui sono coinvolti gli architetti Agostino Berta, 57 anni, e Nicoletta Negro, 36, con la proprietaria Maria Pia Torcello, 57 anni, di Albissola e, per alcune imputazioni, il nuovo committente Adriano Bocca, 62 anni, ex console dei portuali, l'impresario Anna Maria Viglizzo, 39, di Carcare e gli acquirenti di porzioni del terreno interessato dal progetto: Roderico Cavallo, 53 anni, Savona; Cristian Mezzera, 33, Moncalieri; Loredana Ruggieri, 48, Savona; Alberta Torcello, 59, Quiliano.