Varazze intitola una piazza al Milite Ignoto

Grande commozione a Varazze per l’intitolazione di un largo, situato nei pressi di Corso Matteotti e del Kursaal Margherita, al Milite Ignoto; presenti alla cerimonia il consigliere regionale Angelo Vaccarezza, i rappresentanti delle associazioni del territorio e delle classi, ad indirizzo musicale, della Scuola secondaria di 1° grado “Fabrizio De Andrè”, con strumentisti e coristi accompagnati dalla Prof.ssa Izabela Szlachetko che hanno eseguito canti ed inni patriottici.

“Ringrazio le scuole presenti poichè i ragazzi danno un senso a questa giornata”, dichiara il consigliere Vaccarezza, “e mi piace che il comune di Varazze abbia deciso di intitolare un pezzo di passeggiata, in cui si passano momenti felici in estate, al Milite Ignoto per ricordare un momento in cui si celebra il senso del dovere. Ancora oggi le persone, con divise diverse legate a ruoli diversi, fanno la loro parte nella società come insegnanti, infermieri, medici e volontari delle diverse associazioni; ringrazio chi fa sempre la sua parte quando è chiamato ed il momento più alto di tutto ciò è stato il 4 novembre 1918 senza dimenticare il centenario della traslazione del Milite Ignoto. Mio figlio è nato nel 1999 e voglio pensare ai ragazzi nati cento anni prima che sono stati chiamati a combattere vivendo una giovinezza diversa dalla sua; mio figlio ora ha il dovere di ricordarsi e difendere cosa gli è stato donato senza dimenticare l’unità del Paese ma soprattutto essere un buon italiano”.

Stessa commozione da parte di Emilio Patrone, presidente ANA (Associazione Nazionale Alpini) di Savona: ”Occorre memoria per una tragedia immane come questa; i nostri giovani possono essere il simbolo di una pace duratura e diamo il mondo proprio a loro. Voglio dire a tutti i ragazzi che devono portare avanti i nostri ideali e non dimenticare il sacrificio di chi è morto per la nostra libertà”.

“Saluto le autorità intervenute, i rappresentanti delle associazioni ed i ragazzi delle scuole dicendo che il consiglio comunale, all’unanimità, ha conferito la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto con le motivazioni che sono state elencate sulla targa commemorativa; l’intitolazione di una piazza a questa figura connota un’importante sensibilità della città a momenti di questo genere.

Durante la Grande Guerra 115 cittadini di Varazze sono partiti per il fronte e 24 non sono più tornati; alla fine del conflitto la città ha realizzato un cippo in onore della pace ed in ricordo dei morti durante i combattimenti. Questi ragazzi sono morti per la nostra libertà e per altri valori troppo spesso dimenticati o dati per scontati; questo è un momento molto importante per tutta la comunità e ringrazio tutti i presenti”, conclude il sindaco Luigi Pierfederici.

SELENA BORGNA

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *