La giunta Toti traccia il bilancio del primo anno di amministrazione

Il 20 e 21 settembre 2020 la Liguria ha riconfermato, attraverso le elezioni regionali, Giovanni Toti come presidente della regione; a distanza di un anno il governatore e la sua giunta ha tracciato un bilancio del lavoro svolto.

“Ringrazio la mia squadra per questo anno di duro lavoro con importanti risultati”, dichiara Toti, “e la regione è ripartita insieme all’Italia. Abbiamo il bilancio in pareggio e sono stati fatti importanti investimenti strutturali; l’avanzo di spesa corrente è stato investito nel Restart della sanità attraverso accordi con le farmacie e la sanità privata per i vaccini. E’stata inoltre annullata la gara di privatizzazione per gli ospedali di Albenga e Cairo Montenotte ed il PNRR dà l’occasione per quest’ultimo di farlo diventare un presidio pubblico per la Val Bormida ed un ospedale di comunità; la struttura di Albenga, invece, servirà come hub di smaltimento per le liste d’attesa”.

Stessa soddisfazione da parte di Alessandro Piana, vicepresidente ed assessore all’agricoltura :”I fondi del PSR (Piano di Sviluppo Rurale) sono notevoli ed abbiamo stanziato 6,2 milioni per le aziende; un milione è invece destinato alla campagna “Io pesco sicuro” per l’adeguamento delle attività del settore alle norme anti Covid. La regione ha vinto il bando per la lotta alla vespa vellutina e stiamo potenziando, attraverso gli incontri con i rappresentanti dei settori coinvolti, l’attenzione verso i prodotti enogastronomici liguri; particolare attenzione è rivolta alla rete escursionistica cooperando con i GAL ed il nuovo PSR è rivolto prevalentemente ai giovani con 800.000 euro per le mense scolastiche biologiche. Il nostro territorio è xilella free e mi sento di dire che l’unico sistema di contenimento per i cinghiali sia la caccia”.

“Questo è stato un anno difficile ma è stato chiuso bene e grazie alla mia riconferma in giunta regionale ho potuto proseguire il mio lavoro a sostegno dei commercianti danneggiati dalla pandemia”, afferma l’assessore alle attività produttive Andrea Benveduti, “identificando alcune aree di forza economica con due importanti linee guida : la conferma dei posti di lavoro e 18 milioni destinati ai poli di ricerca ed innovazione. E’stato inoltre attivato il bando che permette alla regione di entrare nel capitale sociale delle aziende che lo desiderano ed abbiamo potenziato il settore dei porti e della logistica legato alle infrastrutture; bisogna rivolgere una particolare attenzione all’ambiente senza dimenticare l’efficientamento energetico”.

“Abbiamo effettuato importanti investimenti nei trasporti destinando 5 milioni all’aeroporto di Genova”, sottolinea Gianni Berrino, assessore al turismo ed ai trasporti, “senza dimenticare il patto per il lavoro nel settore turistico e Garanzia Giovani. La tassa di soggiorno è una tassa di scopo che serve alla promozione del territorio e voglio ricordare che la polizza per turisti stranieri contagiati dal Covid durante le vacanze in Liguria ha avuto fortunatamente zero attivazioni”.

“Per la formazione dei giovani abbiamo stanziato 22 milioni”, ricorda l’assessore alla formazione Ilaria Cavo, “ed è stato potenziato Garanzia Giovani nella parte dedicata alla formazione valorizzando i settori del turismo e dell’agroalimentare. Il Servizio Civile ha visto la presenza di più di 100 volontari ed  abbiamo inoltre assegnato diversi bonus per alcune particolari categorie : 4,7 milioni per i centri estivi, 8,3 milioni per i disabili e diverse agevolazioni come borse di studio, bonus cultura e sostegno ai teatri; io coordino la commissione cultura delle regioni e per me è fondamentale l’aumento della capienza di cinema e teatri. Sono stati destinati diversi fondi per la non autosufficienza senza dimenticare i bonus per le badanti ed i maggiordomi di quartiere”.

“Questo è il mio primo anno come assessore e per lo sport è stato un periodo difficile”, evidenzia Simona Ferro, assessore allo sport, stili di vita consapevoli e tutela degli animali da affezione, “ma grazie alle mie altre deleghe ho potuto lavorare bene aprendo l’asilo “Coniglio Blu”, destinato ai figli dei dipendenti della regione, anche ai figli di coloro che lavorano presso Banca Passadore.

Grazie alla collaborazione tra diversi soggetti è stato attuato il progetto “PlasTiPremia” attraverso il quale vengono erogati voucher per attività commerciali e attività sportive per il corretto conferimento della plastica; sto inoltre lavorando per cercare un’area a Genova da destinare a cimitero per animali senza dimenticare la sterilizzazione degli animali randagi. Lo sport è stato uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia ma abbiamo attuato diversi progetti tra cui voucher per famiglie con ISEE inferiore a 7000 euro dedicati alle attività sportive; la Liguria è candidata come Regione Europea dello Sport nel 2025 e voglio ricordare alcuni importanti eventi del settore come Stelle nello Sport e SportAbility”.

“La giunta regionale ha stanziato 105 milioni per la riqualificazione urbana coinvolgendo Pigna, Sanremo, Begato e Marinella di Sarzana; ulteriori 5,4 milioni sono stati impiegati per il fondo affitti e migliorato il fondo di garanzia per i proprietari di case che affittano il loro alloggio. Nella zona di Begato abbiamo demolito 135.000 metri cubi tanto che i lavori finiranno prima del previsto; ben 32,8 milioni sono destinati alla messa in sicurezza degli alloggi pubblici e tra i nostri obiettivi abbiamo la riqualificazione di tutti gli edifici di edilizia residenziale pubblica. Un milione di euro è destinato per il ripascimento delle spiagge ed il Piano Territoriale Regionale, mai fatto dal 1997 ad oggi, prevede modifiche alla legge urbanistica per avere città più green rilanciando l’entroterra.

Sono ben 6000 i lavoratori frontalieri (i lavoratori frontalieri sono quei lavoratori occupati sul territorio di uno Stato membro dell’Unione Europea e residenti sul territorio di un altro Stato membro dove tornano in teoria ogni giorno o almeno una volta alla settimana) tra l’Italia, soprattutto nella zona di Ventimiglia, e la Francia; con loro è stata attuata una consulta dei lavoratori riguardante il tema delle vaccinazioni Covid”, conclude l’assessore all’urbanistica Marco Scajola.

SELENA BORGNA

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *