Le poesie di Elena Bellini: NUOVA LUCE Stampa
Scritto da ELENA BELLINI   

 Le poesie di Elena Bellini  

 

NUOVA LUCE

 

Mi spingo oltre la porta della percezione

in un luogo dove ognuno è se stesso

e non il suo riflesso.

Solo in quel posto ciò che gli occhi vedono

è l'essenza della realtà ritrovata,

senza finzioni, senza armature o spade.

Dismesse le maschere

soltanto sguardo dentro lo sguardo

e mani che attraversano mani.

Esisteva una tale distanza

da non distinguere più le nostre reciproche figure

che nella notte si perdevano

tra ombre e fango.

Regna la luce ora,

talmente intensa da abbagliare

ma non chiudere gli occhi

e non smettere mai più di guardarmi così.

Elena Bellini

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information