Quando si monetizza la speranza muore la dignità Stampa
Scritto da GIOVANNA REZZOAGLI GANCI   
Quando si monetizza la speranza muore la dignità.
 La S.L.A., Sclerosi Laterale Amiotrofica, è una patologia del SNC degenerativa per la quale ad oggi non esistono cure risolutive. Meno conosciuta come “morbo di Lou Gehrig, colpisce i motoneuroni portando ad una paralisi progressiva della muscolatura volontaria ed involontaria. La ricerca è attiva per supportare la speranza dei molti ammalati. In Giappone viene oggi utilizzato un farmaco, il Radicut. Farmaco che in Italia non è commercializzato. Sul sito dell’Ambasciata italiana a Tokyo leggiamo:

Trattamento sanitario per la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) in Giappone

10/11/2015

Si informa che il farmaco Radicut, il cui nome generico e’ edavarone, e’ stato approvato in Giappone nel giugno del 2015 e da allora e’ disponibile in alcune cliniche specializzate per il trattamento della Sclerosi Laterale Amiotrofica. Per maggiori informazioni sul Radicut, si rimanda al comunicato stampa della ditta farmaceutica produttrice Mitsubishi Tanabe Pharma Corporation.  


Per quanto riguarda le modalita’ di importazione dal Giappone in Italia del farmaco suddetto, si invita a prendere visione del qui allegato Decreto del Ministro della Salute italiano. Per maggiori informazioni pratiche sulla procedura di importazione, si rimanda alla guida operativa “Importazione di medicinali dall’estero”, scaricabile dal sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco.

Si ricorda che non e’ possibile importare farmaci dal Giappone senza l’intermediazione di un medico curante in Italia o la prescrizione medica di uno specialista giapponese che dovra' essere tradotta dal giapponese in italiano, con certificato di traduzione conforme a cura dell'Ambasciata. Se la prescrizione medica e' in inglese non e' necessaria la traduzione in italiano. Si ricorda che il periodo di somministrazione del farmaco non puo' superare i 90 giorni.  

E’ disponibile, a richiesta, un elenco delle cliniche giapponesi che offrono trattamenti sanitari a base  di Edavarone.


Si prega di indirizzare le richieste di informazione all’indirizzo  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Un amico affetto da SLA mi informa che sono tanti gli ammalati che si recano i Giappone,dove una terapia di 40 fiale costa 2000 euro. Presso la farmacia dello Stato del Vaticano, non soggetta a sottostare ai regolamenti AIFA,  10 fiale si trovano al costo di 1280 euro. Perché? Una domanda la cui risposta è destinata a lasciare l’amaro in bocca. Si potrebbe comprendere un lieve aumento di prezzo vista la necessità di importare il farmaco, ma non la sproporzione macroscopica che evince dal confronto.

La speranza di molti ha il nome di un farmaco, per alcuni la speranza è fonte di lucro. Il Vaticano è maestro nel vendere speranze, ma che lucrasse sulla dignità che ci rende tutti uguali davanti alla sofferenza è cosa che indigna ogni persona onesta, almeno intellettualmente.

Giovanna Rezzoagli Ganci

 


Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information