Il popolo dell'Aurelia bis Stampa
Scritto da CARLO CERVA da A Campanassa   

IL POPOLO DELL’AURELIA BIS

 

“Il popolo dell’Aurelia Bis” è il nome di una piccola, significativa creazione, opera di “I.DL”, una gentile amica di sempre. È composta con ciottoli di mare di colore grigio verde scuro, quelli che si raccolgono sulla battigia, levigati dal moto perpetuo delle onde.

Hanno, dipinti, grandi occhi sbarrati.

 


 

Un dono che mi è caro, di almeno venti anni fa.

Si dibatteva dell’Aurelia Bis. Allora come oggi, il popolo pietrificato che subisce l’Aurelia Bis, assiste attonito e muto, forse non del tutto consapevole che si sta realizzando 

LA PIÙ INUTILE E DEVASTANTE OPERA CHE SAVONA ABBIA MAI VISTO.

 

INUTILE perchè non risolve affatto i problemi del traffico e perchè l’Aurelia Bis c’è già, basta declassare una careggiata dell’autostrada e ricostruirla, la careggiata dell’autostrada, molto più̀ a monte, ed i costi sono probabilmente inferiori. DEVASTANTE perchè è ormai sotto gli occhi di tutti

la spaventosa aggressione alla Città e al territorio che si viene perpetrando. Il Popolo pietrificato dell’Aurelia Bis assiste.

 “Vuolsi così colà, dove si puote

Ciò che si vuole, e più non dimandare”.

 

Carlo Cerva da  il giornale del 2014 A Campanassa 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information