A Cadibona….. attenti alle multe! Stampa
Scritto da Amici di Beppe Grillo Meetup Valbormida.   

A Cadibona….. attenti alle multe!

Siamo il Paese europeo con il più alto incremento delle multe automobilistiche negli ultimi 3 anni, con un bel più 956%.

Fanalino di coda la Francia con il 37%, la Spagna con il 26%, il Belgio con 25%, l’Inghilterra con il 17%, la Germania con il 10% e chiude la Svezia con il 9%. 

È un vero e proprio salasso che pesa come un macigno sulle tasche degli italiani, soprattutto in un momento delicato e di crisi. 

La pubblica amministrazione, per sopperire alla mancanza di risorse, sovente trova il modo di fare cassa con una tassazione molto facile che tutti gli automobilisti temono: le multe.

Molto spesso vi sono tratti stradali in cui i limiti di velocità appaiono alquanto discutibili, inopportuni e istigano gli automobilisti, anche i più disciplinati, al sorpasso mettendo a rischio la propria sicurezza.

Potrebbe essere il caso del tratto della SP29, sul viadotto tra l’uscita dall’ultima galleria della variante di Altare e lo svincolo di ingresso al paese, prima dell’abitato di Cadibona in direzione Savona.

Tratto stradale al termine del quale notoriamente si posizionano del forze dell’ordine con tele laser per sanzionare gli automobilisti e motociclisti che fino a poco tempo fa superavano il limite dei 50 km/h.


Ora tale limite è stato sostituito con quello di 30 km/h, improponibile per questo percorso scorrevole al quale il precedente, già difficile da rispettare, era sufficiente per garantire sicurezza in prossimità dello svincolo per Altare.

Abbiamo già segnalato l’esistenza di criticità in strade quali il rettilineo di Casa Lidora o via del Collegio a Carcare alle quali aggiungiamo l’inattività dei dispositivi di sicurezza nella galleria Montegrosso.

Per queste situazioni non si è ancora visto nulla di concreto ed efficace ma in compenso è stato piazzato questo clamoroso limite dei 30 km/h da “intralcio al traffico” a Cadibona.

Avvisiamo gli automobilisti di questo fatto apparentemente “inosservato” e li invitiamo a “rispettare” tale limite per capire meglio di cosa parliamo.

Chiediamo alla Provincia di ripristinare il limite precedente di 50 km/h, più consono al tratto stradale, anche per agevolare il rispetto delle norme di sicurezza che paradossalmente verrebbero maggiormente violate con sorpassi “incentivati”.

Per garantire la sicurezza stradale è necessario intervenire anche sulle strutture (guard rail?) senza dover creare simili problemi alla viabilità e alle tasche dei cittadini.

Le risorse ci sono e si possono reperire in altro modo, per esempio risparmiando sulle spese degli enti e sugli sprechi di denaro pubblico.

Amici di Beppe Grillo Meetup Valbormida.

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information