Lavoro in Liguria Stampa
Scritto da La Repubblica   

Lavoro: solo servizi e piccole imprese assumono

NEL 2012 sono nate in Liguria 10.491 imprese e hanno chiuso i battenti 10.286, poco più di 28 imprese al giorno in entrambi i casi (il numero delle cessazioni sale a 10.914 se si considerano anche le cancellazioni d' ufficio). 

Sebbene il saldo rimanga positivo, +205 unità, questi numeri rispecchiano una situazione ancora critica (il tasso di sviluppo è stato pari allo 0,12%, in rallentamento rispetto al 2011) ma inducono a pensare che la voglia d' impresa in Liguria sia difficile da scoraggiare. Lo ha reso noto ieri Unioncamere Liguria, precisando che i settori che hanno registrato il saldo negativo più consistente sono il Commercio (-938 unità), le attività di Alloggio e Ristorazione (-353), l' Agricoltura (-346) e le Attività Manifatturiere (-298). Saldo positivo invece per le Costruzioni. Le imprese attive in Liguria, a fine 2012, risultano 142.060, lo 0.5% in meno rispetto al 2011 in linea con la media nazionale (-0,7%): Genova è l' unica provincia ad aver incrementato la propria base imprenditoriale, con un tasso di crescita pari a +0,2%, mentre Savona «perde» 533 imprese (-1,9%), Imperia 295 (-1,2%) e La Spezia 45 imprese (-0,3%). Il Turismo risulta il settore più vitale con un tasso di crescita pari a +1,3%; di segno negativo il Commercio, che rappresenta il 28% del totale delle imprese, i Trasporti, l' Agricoltura e le Attività manifatturiere. Bilancio in rosso per l' artigianato, che conta 47.634 imprese a fine 2012: la riduzione del 2% delle iscrizioni e l' aumento di oltre il 15% delle cancellazioni ha determinato un saldo negativo pari a - 162 unità.
Scende da 10,4% a 10,2% l'incidenza delle imprese giovanili sul totale delle imprese: il settore in cui i giovani preferiscono «cimentarsi» è quello delle Costruzioni, con una quota che a Imperia sfiora il 20%. L' impresa femminile rappresenta poco più del 25%, vale a dire 1 impresa su 4, concentrata soprattutto nell' Agricoltura, nel Turismo, nel Commercio e nei Servizi alle imprese.
La situazione non pare certo destinata a migliorare nel 2013, così come si evince dai primi indicatori relativi al primo trimestre dell' anno. «Il perdurare della recessione e la prospettiva che la stessa si prolunghi per buona parte del 2013 continuano a frenare la ripresa della domanda di lavoro da parte delle imprese che, in Italia, per il primo trimestre del 2013 è prevista pressoché invariata rispetto all' ultimo trimestre del 2012 - spiega una nota di Execelsior Informa sui programmi occupazionali delle imprese rilevati da Unioncamere - In Liguria i contratti di lavoro attivati nel trimestre potranno a loro volta raggiungere, nel loro insieme, le 5.080 unità. Analogamente, a quanto accade a livello nazionale, la maggior parte di essi riguarderà assunzioni di personale dipendente (oltre 3.400 unità, il 68% del totale). A questi si aggiungeranno poi circa 450 contratti in somministrazione (i cosiddetti "interinali"), quasi il 9 per cento del totale, circa 460 contratti di collaborazione a progetto (il 9%) e 720 contratti relativi ad altre modalità di lavoro indipendente (il 14%). Per quanto riguarda le assunzioni di lavoratori dipendenti, i 3.440 assunti «si concentreranno per il 76% nel settore dei servizi e per il 61% nelle imprese con meno di cinquanta dipendenti. Nel 59% dei casi saranno rivolte a candidati in possesso di un' esperienza lavorativa nella professione o almeno nello stesso settore, per una quota pari al 30% interesseranno giovani con meno di trent' anni, in 22 casi su cento le imprese prevedono di avere difficoltà a trovare i profili desiderati».

Da La Repubblica

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information