Integralismo Stampa
Scritto da Salvatore Ganci   

INTEGRALISMO

Tel Aviv- Il mondo ortodosso in Israele è sceso oggi sul sentiero di guerra contro gli iPhone, in quanto «strumenti di corruzione spirituale». «È vietato possederli - ha stabilito il rabbino Yosef Haim Kanievsky, 84 anni - e chi ce li ha deve bruciarli». Poi, per evitare malintesi, ha aggiunto: «È vietato anche vendere quegli apparecchi a Gentili (non ebrei), così come non venderemmo loro strumenti di guerra».

Questo il “cappello” di un interessante articolo apparso su “Il Secolo XIX on line fino al 25 settembre. Il Rabbino sostiene che chi entrasse in casa sua con un IPhone sarebbe considerato come un terrorista con una bomba. Mi chiedo allora se la reazione del Rabbino sarebbe conseguente, se in possesso di un’arma.

Sicuramente in una città aperta come Tel Aviv il messaggio del Rabbino cadrà nel vuoto se non coperto di ridicolo. Ma a Gerusalemme?

Mi piacerebbe chiedere al Rabbino “integralista” se la sua interpretazione della Tanakh preveda ancora la lapidazione (a colpi di Iphone, appunto) per una donna sorpresa ad inviare un SMS. Senza ironia alcuna, ma non dimentichiamo che la pena di morte nello Stato Vaticano fu abolita solo nel 1969. E per i Rabbini Israeliani? Per quelli integralisti come costui? Ci possono chiarire, ad esempio, se la Tanakh va presa ancora oggi alla lettera?

Al lettore l’ovvia considerazione: il fanatismo (o l’integralismo) religioso è un invariante rispetto alla particolare confessione religiosa?


Salvatore Ganci

 

http://www.salvatoreganci.ssep.it

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://www.restaurostrumenti.ssep.it

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information