L’Italia, paradiso per ricchi stranieri? Stampa
Scritto da GUIDO LUCCINI   

 L’Italia, paradiso per ricchi stranieri?

 

Clicca sull'immagine per leggere l'articolo

Finalmente due ottimi giornalisti i sigg. Grassia Luigi e Massimo Righi, il 9/marzo hanno affrontato, anche loro, uno dei grandi e veri problemi del nostro Paese. “Anche loro”, viste le evidenti analogie con la mia del 5/marzo “Roma il nuovo stadio e i mattoni”, ove, senza giungere alle mie drastiche conclusioni, propongono indiscutibilmente la necessità di alta tecnologia, (hi-tech) o meglio di altRa tecnologia, che pur non indicandola, altro non può essere se non quella che nella sua semplicità l’Italia non l’ha mai conosciuta: quella relativa alla costruzione di  APARTHOTEL di 1000 monocamere residenziali !...... In sostituzione delle solite 100 camere d’albergo programmate a giustificazione di centinaia di “SECONDE CASE” VUOTE!!

Vedi le 90 camere dell’ Hotel NH Group Rewards nella Darsena di Savona. 

Vedi le 89 camere dell’ NH Hotel 4 stelle di Trento  su progetto di Renzo Piano.

Mentre le 100 camere dell’Hotel Royal in Spotorno sono CHIUSE da 4 anni!!

Questa hi-tech costituita da pregiati immobili con vista a mare, che il Regno Unito con la sua Thomson Holidays, oltre che in Inghilterra, in Spagna, e nell’Algarve del Portogallo, gestisce poderosamente anche negli Stati Uniti, può quindi e sicuramente trovare uno strabiliante mercato negli  8mila kilometri di coste del nostro Paese, e anche all’ interno dello stesso!

Infatti TUTTI i “ricchi stranieri”, da che mondo è mondo, dopo essersi sistemati in Villa, o anche prima, analizzano le possibilità di investimenti a reddito, e, quando questa possibilità coincide con mercati edilizi che hanno la vista a mare della loro Villa e possono raggiungere un 6% di interesse, non hanno esitazioni poiché il fascino di un piccolo locale, qualificato da eccezionali servizi, situato magari in un ambito  turistico- portuale, è irresistibile!

Questo è il binario su cui si devono muovere le nostre città, onde incentivare i milioni di nuovi medio-ricchi che dall’Asia, dagli Stati Uniti, e dall’Est Europeo intendono affiancarsi agli investimenti dei veri-ricchi già presenti in Italia, ed a quelli che si stanno profilando sicuramente con le nuove normative fiscali.

Questo è l’unico binario che le Condotte, di cui sono stato dirigente societario in  Spagna, dovrebbero percorrere all’EUR, poichè trovandosi invischiate nella tragicomica “NUVOLA” e nell’albergo “LAMA” di quel maramaldo di Fuksas, ove 322 junior room da 26 mq., 120 senior room da 38mq., 6 junior suite da 47mq. ed 1 suite da 135mq. da anni non trovano acquirenti globali, a tal punto che da 100milioni di €uro, sono scesi a 70 milioni…. ma, niente da fare! e mentre il disastro della “NUVOLA” rimane incompiuto per carenze economiche, riteniamo che basterebbe: rendere frazionabili, residenziali e vendibili una ad una le 439 cellule dell’albergo “LAMA”!! in regime di APARTHOTEL!! Per incrementare l’unico nostro settore produttivo che potrebbe risolvere alcuni dei problemi che ci affliggono.                    

Ma qualcuno spera ancora di interrompere il mortale binario delle “SECONDE CASE” per mezzo dei politici? 

 Vedi su Google le mie previsioni del 14/02/2010 : "Scienziati a  Savona e lavori a lungo termine (IMERESE)"

Io stesso ne sarei meravigliato ma … se la Magistratura varcasse certi limiti, invece di defilarsi stranamente e proprio quando risulta indispensabile imporre soluzioni allo sviluppo insensato di beni costruiti senza i relativi mercati, e imputasse agli aventi causa errori che in altre Nazioni non potrebbero avere nessuna giustificazione forse……prendendo come base la semplice, su google: “Riforma Urbanistica” di Guido Luccini …  si potrebbe …. sperare ancora di ripartire da qui.  

 

Savona 12/03/2017            Guido Luccini 

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information