Roma: il nuovo stadio i mattoni... Stampa
Scritto da GUIDO LUCCINI   

ROMA: IL NUOVO STADIO e i “MATTONI”

dei Complessi Adiacenti.

 La vera tragedia Italiana è la mancanza del LAVORO! Ed è sul tema del MATTONE che si sono arenati e continuano ad arenarsi, TUTTI i nostri politicanti!!     

Le isole Baleari dispongono di 7mila Hotel che occupando per tutto l’anno migliaia di lavoratori, vedono atterrare mediamente 250 aerei la settimana; mentre la Sardegna, sita sullo stesso parallelo e 5 volte + grande, con le sue 6mila Strutture Ricettive, non riesce a dare nessun lavoro indeterminato, e vedendo atterrare mediamente 5 aerei la settimana, è portata ad immaginare che i migranti in questo deserto, rappresentino un’ottima soluzione invernale!!


Le Isole Baleari

Ehh, sì perché le 6mila strutture ricettive Sarde, variando dalle 30 alle 100 camere, come nella mia Liguria, sono state “PENSATE” per lavorare “SOLO” nella stagione estiva …. non producendo così, Mai, LAVORI annuali né indeterminati!! 

ROMA, sullo stesso parallelo isolano, riesce ad usare i MATTONI in modo ancora peggiore!!

Nel 2009, vedi Trucioli SV quello che google pubblica da 8 anni:arch. Fuksas metto per iscritto il fallimento del suo Modello Margonara  e “Basta Case”, ho tentato di spiegare ai politici l’unica alternativa ai loro MATTONI TURISTICI!!

MA…NIENTE da FARE!!!

Oggi l’ “Ufficio Studi di Idealista.it” sostiene, avvallato da architetti del calibro di Fuksas e Renzo Piano, che i MATTONI dei complessi adiacenti al nuovo STADIO serviranno non solo per scopi residenziali e commerciali, ma anche quali sedi di Grandi Aziende ….  ove troveranno lavoro 12500 addetti con 10mila posti auto coperti!!

Nuovo stadio di Roma 

E qui mentre i nostri disoccupati hanno un sussulto, la sig. Raggi e Grillo dovranno, premesso che….:

è chiaro che 2000 lavoratori per 2 anni avranno un LAVORO solo determinato, a scadenza di costruzione dei complessi;

è evidente che i lavoratori dei locali commerciali, troveranno occupazione in Supermercati, quali doppioni dell’esistente già in avanzata fase d’abbandono;

è risaputo che le residenze daranno LAVORO SOLO ad amministratori di condominio e lavascale;

si può immaginare quanti posti di lavoro determinato daranno i 10mila posti auto coperti, per sorveglianza e pulizia.

 …  richiedere a “Idealista.it”:

5° “Precisi Contratti di assunzione indeterminata” da parte delle “Grandi Aziende” che intendono operare in questi Complessi con 12500 impiegati!

E tornando alle isole Baleari …. ma anche a tutto il resto del Mondo: ove gli insediamenti nautico portuali, sportivi, turistici, di Disneyland, Las Vegas, Montecarlo, Montenegro e Miami, disponendo di 800mila metri cubi di sviluppo, hanno basato il loro  futuro sviluppo, sull’ immediata costruzione e gestione di:  10mila APARTHOTEL con 20mila posti letto, semplicemente venduti a privati che possono risiedervi insieme ai servizi o ricavarne  un utile del 6%; …. e la sig. Raggi in previsione e garanzia degli enormi utili statali, del lavoro annuale e costante, assicurato in contratto per 4mila impiegati, più un indubbio e notevole indotto, dovrebbe fare altrettanto!!


 

E tornando ancora agli 800mila metri cubi di volumi, con 4000 “veri” posti di LAVORO INDETERMINATO  garantiti da  “Grandi e VERE Aziende” tipo  Thomson Holidays” o  “Marriott Hotel”, chi oserebbe avanzare problemi ?..... In un Paese dove sull’ argomento LAVORO  le uniche previsioni sono i licenziamenti ?!!  

 Una cosa è certa. La pubblicazione farneticante di questo “Ufficio Studi di Idealista.it” sulla creazione di 12500 posti di lavoro in Grandi Aziende, oltre a residenze e locali commerciali, in un volume di 800mila metri cubi, DEVE essere punita! Non so come MA ….

Se è vero, ed è vero! Che in questa cubatura di 800mila metri cubi., trasformata in struttura ricettiva  quale “Aparthotel”, potrebbero lavorare a pieno carico, SOLO 4mila addetti (a fronte dei 12500 di Idealista.it), ci troviamo di fronte ad un’altra delle tremende previsioni progettuali propinateci in tutta Italia, ove l’unica predisposizione turistica,  che appare sempre compensata e risolta dalle 100/120 camere d’albergo sempre in simbiosi con 2/3mila alloggi residenziali o RTA … che lo diventano, ci sta trascinando verso la distruzione !!  Infatti, le vecchie strutture ricettive di 100/120 camere d’albergo che già risultano chiuse, come minimo, 8mesi l’anno, non le stiamo già trasformando in RTA o SECONDE CASE? E ALLORA?!? Ma cosa vogliono ancora da NOI? Dove sta la flessibilità e la speranza del cambiamento nell’unico settore dove troppi Italiani hanno creduto, investendo i loro danari per il futuro dei loro figli?  


 

Agli studenti dell’Alberghiero, e ai sotto-occupati di queste strutture, continuiamo ad elencare (Secolo XIX dell’ 1/03/17 pag.24) le tragedie vissute dai nostri alberghi, senza riconoscere mai che le 100 camere d’albergo, da 50anni sono state sempre gestite da una conduzione famigliare che, in alta stagione assume una quindicina di sciagurati sguatteri …. lasciandoli poi a casa per gli altri 8 mesi dell’anno!!

Questi pseudo politici, questi pseudo arcistar, che vagano ancora nelle televisioni e sui quotidiani senza argomenti, quando si renderanno conto che i loro concittadini hanno capito di non avere altra alternativa se non quella di convivere e prosperare solo SUL LORO TERRITORIO; ed è sul territorio che si DEVONO strutturare i necessari volumi Turistici, seguiti poi, dai volumi Agricoli, dai volumi Artigianali e dai volumi Manufatturieri!    

Infatti noi Italiani, senza “veri volumi TURISTICI” non riusciremo mai a sviluppare il nostro naturale ed enorme potenziale produttivo, da sempre e in tutto il resto del mondo a questi volumi collegato.

Sempre sul tema MATTONE su Google:

Crollo a Napoli del 2013 

il mattone in città, in montagna, al mare.” del 2016

il lavoro vero, produttivo non è sull’esistente” del 2014

Rileggendo la Fallaci e i suoi oppositori, vedo identiche analogie tra le mie scritture e quelle degli arcistar che nutrono i nostri politici. I riconoscimenti che la Oriana sta avendo, derivano infatti dalla sua acutezza nel prevedere assemblandola alla nostra società, la tragica invasione strisciante che sta accadendo oggi nel nostro Paese. Non ci voleva molto, infatti ha copiato quanto accadeva nel mondo e con grande coraggio ce lo ha comunicato.

Anche a me non ci è voluto molto per ricopiare quanto hanno progettato TUTTI i Paesi che disponevano di luoghi adatti ad un TURISMO Internazionale, e nel 2013 ho presentato in 7 Comuni Liguri ed in Regione Liguria altrettanti progetti volumetrici visibili su Google: “un futuro ai nostri giovani, senza però avere risposte dall’allora Presidente Burlando. Il 9/nov./2016 ho presentato ancora lo stesso progetto al Comune di Savona rendendolo noto insieme agli altri, anche al nuovo Presidente Regionale Toti Giovanni, che sono certo ne prenderà atto, visto proprio quanto sta accadendo alla nostra economia, ove ormai risulta incontrovertibile che solo in un Turismo internazionale così organizzato, possiamo essere certi di poter dare un lavoro produttivo ai nostri giovani.

Savona 05//03/2017            Guido Luccini 

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information