Egr. Dott. Ferruccio De Bortoli... Stampa
Scritto da Guido Luccini   

 

RISTRUTTURARE I CENTRI URBANI
SECONDO NORME  ANTI SISMICHE !!!!
 Egr. Dott.Ferruccio De Bortoli,
(“Il Sole 24 ore” ed il Corriere della Sera)
 
Non so dirle quanto mi ha fatto piacere la Sua, (uguale ad una delle mie)  ipotesi di vero lavoro!

 BENE... a questo punto occorre però precisare agli abitanti di questi contesti che essi possono convivere in quattro delle seguenti situazioni:

 

1) Possono abitare in un alloggio obsoleto e mai collaudato, ove gli impianti elettrici ed idraulici, i serramenti interni ed esterni, le facciate ed il tetto non sono mai stati aggiornati alle nuove e moderne tecniche impiantistiche.

 

2) Possono abitare in un alloggio mai collaudato, ove gli impianti elettrici ed idraulici, i serramenti interni ed esterni, le facciate ed il tetto sono stati riammodernati in base alle nuove e moderne tecniche impiantistiche.

 

3) Possono essere stati vittime di terremoti che gli hanno distrutto completamente l'alloggio, già riammodernato in base alle nuove  e moderne tecniche impiantistiche ma,..... mai collaudato.

 

4) Possono essere stati vittime di esplosioni di gas che gli hanno distrutto completamente l'alloggio, già riammodernato in base alle nuove  e moderne tecniche impiantistiche ma,.... mai collaudato.

 

 

Direi che il primo caso si limita ormai a poche unità abitative, mentre gli altri tre casi ripercorrono un completo tessuto di  tragedie compiute e tragedie ancora da compiere !! ….e non si confonda “ristrutturazione”  con “riammodernamento”, poiché riammodernare ….. non ha niente a che vedere con le strutture portanti !! 

 

Eh.... si perchè finalmente ora che l'Italia è stata dichiarata tutta  a rischio sismico !! ….... è di dominio pubblico, che tutte queste case crollate nei vari modi e mai collaudate, …...... non erano collaudabili !!!..... e infatti sono crollate !!

Ferruccio De Bortoli

 Interessante sarebbe ritrovare i nomi di quelle sciagurate persone  che nel 1964 con una Legge denominata “Legge Ponte” stabilivano che i centri Urbani , se demoliti potevano usufruire di un indice di cubatura massimo di 3 mc. ogni mq. di superficie occupata dall'intero volume condominiale.

Oggi  i fabbricati dei centri urbani, se demoliti possono essere ricostruiti con la stessa , loro cubatura esistente, ma .......

Immagini comunque Lei direttore, quale può essere quel condominio che decida di operare in questo senso, visti i  costi iperbolici,  fuori da ogni logica che salterebbero fuori, e quali possano essere i motivi di Piano Regolatore, che hanno obbligato tutta la nostra Nazione, a rimodernare i suoi centri urbani senza mai richiedere i certificati statici di questi interventi !!...... e questo da sessant'anni ad oggi !!

 

E' evidente che tutte le case di cui ai punti 3), 4) della presente, prima dei terremoti di Napoli, dell'Aquila, dell'Emilia Romagna e delle varie esplosioni, erano state riammodernate secondo i loro rispettivi  Piani Regolatori che prevedevano, e prevedono tutt'ora incentivi fiscali del 36 % a dimostrazione che la scelleratezza non ha limiti, e che dopo aver permesso con plausi ed incentivi il riammodernamento di interi caseggiati fatiscenti, dopo il loro miserabile crollo a fianco di altri caseggiati in cemento armato regolarmente collaudati e rimasti in piedi, chiedono al resto della Nazione, e cioè a noi,  gli interventi necessari  alla ricostruzione di quanto è andato distrutto.

 

Ma … caro direttore non sarebbe il caso di risalire alle competenze di chi ha permesso, permette tutt'ora e con  incentivi, e per sessant'anni,  di spendere cifre iperboliche per il riattamento di caseggiati dichiaratamente non agibili,.....vederli crollare a fianco di normali case di civile abitazione collaudate e rimaste in piedi ..... non dare mai una spiegazione tecnica  su questi eventi   ......... mentre a Malaga e Barcellona questi  fabbricati dopo essere stati dichiarati “ instabili ”, per la loro ristrutturazione (demolizione e ricostruzione) è tutt'ora  previsto, quale incentivo,...  

“il raddoppio della loro cubatura” !?!?!  

 

Su questo dovrà basarsi la finale spiegazione conclusiva della Sua proposta di lavoro, ristrutturare i centri urbani con norme antisismiche

 

Guido Luccini 

luccini guido @libero.it

Savona 15/07/20012

Leggi anche ....Cosa serve davvero per dare lavori ai nostri giovani

 GLI ALTRI INTERVENTI DI GUIDO LUCCINI

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information