Savona. L’asfaltatura delle strade della città Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   
L’assessore Santi illustra i lavori
per l’asfaltatura delle strade della città

 Ringrazio tutti i presenti, in particolare l’ingegner Delfino ed il geometra Quirini e voglio dire che le buche ci sono in città e stiamo cercando di effettuare i lavori necessari”, ha dichiarato l’assessore Pietro Santi in merito alla situazione delle strade della città di Savona, “e siamo arrivati a questo punto perché le strade non vengono asfaltate da anni. Solitamente le strade vengono asfaltate ogni 10-15 anni e se negli anni scorsi fossero stati fatti tutti i lavori necessari non ci troveremo in questa situazione. L’asfalto di Via Cosseria è stato fatto quando sono state tolte le rotaie e mai più è stato rifatto e ciò è avvenuto circa 30-35 anni fa. In questi giorni frenetici si è cercato di lavorare al meglio ed alcune buche si sono create anche a causa delle copiose piogge dei giorni scorsi. Per i lavori abbiamo usato l’asfalto a freddo per 800 kg e tra due mesi effettueremo l’asfaltatura vera e propria per circa 250.000 euro ed abbiamo inserito lavori per circa 350.000 euro ancora da finanziare che saranno coperti dagli oneri di urbanizzazione. Nella giornata di sabato sono state effettuate verifiche dei tecnici sul percorso della Milano-Sanremo ed è stato possibile far transitare la gara”.

 

Parole simili da parte dell’ingegner Delfino: ”Vi è un costante bisogno periodico di manutenzione ed i problemi causati dalla pioggia e dalla formazione di nuove buche fanno sì che si debba ricorrere sempre di più agli interventi di emergenza. Occorre ripristinare definitivamente gli asfalti anche se il costo a metro quadro è molto elevato ed abbiamo quindi deciso di intervenire dove la situazione è molto difficile e le riparazioni non sono più possibili come ad esempio Corso Mazzini, Corso Vittorio Veneto e Corso Tardy e Benech. Per Via Nizza abbiamo deciso di ridurre al minimo gli interventi anche perché nel 2019 partiranno i lavori di riqualificazione con il bando di riqualificazione delle periferie. Le nostre priorità sono rivolte alle strade dove non è più possibile effettuare manutenzione ordinaria e spero che ci sia al più presto il finanziamento per il successivo appalto che ci permetterebbe di risolvere i problemi in due anni. Le zone su cui si interverrà sono circa 72, tra cui una porzione di Via Venti Settembre. Il primo lotto dei lavori partirà ad aprile ed ora stiamo facendo verifiche sull’azienda arrivata seconda nella gara d’appalto per la rinuncia della prima”.


“Non si può fare in modo diverso perché l’alternativa è il rifacimento integrale”, sottolinea il geometra Quirini, “anche se i materiali che verranno impiegati sono costosi e difficili da reperire e a tal proposito voglio ringraziare la provincia e l’Anas per averci aiutati”.

“Abbiamo effettuato qualche giorno fa un intervento in Via dei Mille e ciò è per noi un fatto positivo e l’amministrazione non vuole nascondere i problemi ma dire che stiamo lavorando per risolverli. La situazione che abbiamo attualmente l’abbiamo ereditata ed il primo appalto per 250.000 euro partirà ad aprile e comprenderà parte delle 72 strade, mentre il secondo per circa 350.000 euro sarà finanziato da oneri di urbanizzazione e per Corso Tardy e Benech abbiamo investimenti per circa 256.000 euro. La nostra priorità sono le strade più trafficate anche se effettuare interventi è più complicato e per ora non abbiamo ricevuto richieste di risarcimenti per incidenti”, conclude l’assessore Santi.

      SELENA BORGNA  

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information