Consegnati ad Alassio gli “Alassini d’oro” Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   
Consegnati ad Alassio gli “Alassini d’oro” 

 “Ringrazio tutti i presenti e voglio ricordare che questo è il massimo riconoscimento dato agli alassini che si sono distinti”, ha dichiarato il sindaco di Alassio Enzo Canepa durante la consegna degli “Alassini d’oro”, premio istituto negli anni ‘90, l’ambito riconoscimento è destinato agli alassini e alle alassine che hanno contribuito a fare grande il nome di Alassio in Italia e nel mondo, “e per riceverlo una delle condizioni è essere cittadini di Alassio dimostrando di tutelare il nostro io ed il nostro prossimo. Occorre guardare avanti perché così facendo possiamo raggiungere più facilmente le nostre mete”.


Parole simili da parte del professor Pier Franco Quaglieni: ”Essere qui è molto importante per me anche perché nel 2007 ho ricevuto questo premio e voglio ringraziare chi me lo ha assegnato. Ringrazio il sindaco Canepa e voglio sottolineare che questo premio ha un significato simbolico importante perché è dato agli alassini di nascita e di adozione che si sono distinti. Il premio è il simbolo che Alassio vuole essere e l’intitolazione dei giardini a Tommaso Schivo mi piace molto perché in questo modo si onora un grande alassino del passato. Per Schivo la scuola era una vera e propria missione e per i suoi allievi è stato anche un maestro di vita”.


Quest’anno i premiati sono stati ben sette: Giampiero Colli, “in quanto ideatore, promotore ed organizzatore di eventi che hanno portato il nome di Alassio nel mondo”; dei fratelli Sibello, Gianfranco e Pietro, rispettivamente tecnico delle Fiamme Gialle e della Nazionale Olimpica e velista professionista e membro del team di Luna Rossa, entrambi “per i meriti conseguiti nell’ambito della vela, con partecipazioni olimpiche ad Atene, Pechino, Londra e medaglie ai Campionati del Mondo, Campionati Europei, tappe di Coppa del Mondo”; Renza Sciutto, “pittrice e scultrice che affianca l’attività artistica a quella organizzativa di eventi culturali, promuovendo il territorio ligure”; Giampaolo Mela, “appartenente da oltre cinquecento anni ad una delle più antiche famiglie alassine, ricercatore e divulgatore del patrimonio storico e culturale, legato alle tradizioni e ai monumenti della sua Città e sindaco dal 1992 al 1993”; Giuseppe Cassarino, giudice tributario, fondatore del Rotary di Alassio e sindaco dal 1982 al 1984; Gianni Botto “per la sua disponibilità a partecipare a tutti gli eventi, al servizio costante della Città”.

        SELENA BORGNA  

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information