Inaugurata ad Albenga la fionda del maestro Ottaviani Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   
Inaugurata ad Albenga la fionda
del maestro Giuliano Ottaviani

 Siamo onorati di aver ricevuto questa enorme fionda realizzata dal maestro Giuliano Ottaviani”, ha dichiarato Gino Rapa, portavoce dei Fieui di Caruggi, durante l’inaugurazione della fionda realizzata dal maestro Ottaviani e situata nella rotonda che porta a Leca d’Albenga, “e devo dire che la fionda è ormai un simbolo internazionale di ribellione, monelleria e lotta ai soprusi di cui oggi c’è molto bisogno”.


Stesso entusiasmo da parte dell’assessore al turismo Alberto Passino: ”I Fieui sono un valore aggiunto alla città e, grazie a loro, Albenga diventa sempre più importante. Tra pochi giorni avrà inizio Fior d’Albenga, che è la prima vera manifestazione dell’anno, e vedrà protagonisti Albenga ed alcuni comuni vicini. Mi sento di ringraziare il maestro Ottaviani per la bellissima opera donata alla città e voglio ricordare che abbiamo in progetto un museo a cielo aperto nel centro storico”.


“L’idea della fionda è stata dei Fieui di Caruggi”, ha sottolineato il maestro Ottaviani, “e anch’io voglio ribadire che la fionda è il simbolo della contestazione goliardica, mentre oggi i nostri giovani usano altri metodi per contestare cosa non va bene e voglio ricordare che un artista giovane è solito stupire, mentre negli anni della maturità la contestazione avviene con la poesia. I Fieui di Caruggi sono apprezzati in tutto il mondo e anche in paesi lontani, come il Brasile e l’Argentina. A chi mi chiede se è stato difficile realizzare questa enorme fionda voglio dire che ho realizzato opere più alte e complesse, quindi è stato relativamente semplice costruirla. Albenga mi è rimasta nel cuore ed il progetto di una città-museo è semplicemente meraviglioso. Occorre valorizzare i locali di una città e le opere devono essere collocate dove possano rendere al meglio e voglio dire che mi piacerebbe molto la realizzazione di un museo delle fionde”.


“Ringrazio il maestro Ottaviani che ha preso a cuore la nostra città”, ha sottolineato il primo cittadino Giorgio Cangiano, “e devo dire che sono orgoglioso dei Fieui di Caruggi che hanno la capacità di trattare argomenti seri divertendosi. Questa fionda può essere visibile a coloro che entrano nella nosytra città e mi sento di dire che coloro che fanno contribuiscono a migliorare le cose”.

La mattinata si è conclusa con una visita all’ormai famosa Cantina dei Fieui di Caruggi con la presenza della console dell’Ecuador Narcisa Soria Valencia.

 

     SELENA BORGNA

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information