Inaugurazione Casa ADSO ad Albenga Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   
Inaugurazione Casa ADSO ad Albenga

 “Questa iniziativa, che è inclusa nel progetto “Abitare”, permetterà ai ragazzi con Sindrome di Down dell’associazione ADSO (Associazione Down Savona Onlus) di potersi gestire da soli e questo progetto è nato perché le persone amano i nostri figli”, sono state le prime parole della dottoressa Cinzia Calvi durante l’inaugurazione della Casa ADSO ad Albenga, avvenuta sabato 28 maggio ad Albenga alla presenza delle autorità cittadine, “e devo inoltre dire un immenso grazie a Caterina Vigo (la signora Vigo è la madre del primo cittadino di Albenga Giorgio Cangiano), che ci ha concesso in comodato d’uso gratuito questo alloggio in Viale Martiri della Libertà, una delle vie che i nostri ragazzi conoscono meglio. Devo inoltre ringraziare le numerose attività commerciali ingaune che hanno appoggiato questo progetto donandoci le cose necessarie per iniziare questo progetto e tutti i cittadini che hanno donato attraverso la “Lista Nozze” effettuata nel negozio Kasanova.”

Non meno entusiasta è stato il sindaco della città, che ha dimostrato così la sua soddisfazione: ”Questa è una delle giornate più importanti per la città di Albenga e il contributo più grande è quello di credere a questa iniziativa. La città di Albenga ha dimostrato una buona adesione a questo progetto e posso dire che questa è una giornata importante per la nostra città anche perché è stato raggiunto un obiettivo, che è quello di integrare il più possibile persone con difficoltà. Questa è una giornata di festa e sono molto soddisfatto del fatto che molte persone hanno capito l’importanza di questo progetto e hanno permesso di portarlo a termine”.


“Sono una madre e mi sento molto emozionata nel vedere la forza di volontà di questi ragazzi”, ha dichiarato l’assessore alle politiche sociali di Albenga Simona Vespo, “e posso dire che è molto difficile per tutti i genitori mettere i figli in quello che è il loro percorso di indipendenza, che per un ragazzo con la sindrome di Down può essere ancora più difficoltoso. Questa è una giornata speciale e voglio fare mie le parole del sindaco, che ha espresso la sua soddisfazione nel vedere la volontà dei ragazzi che, nonostante i loro problemi desiderano inserirsi nella vita di tutti i giorni”.


La dottoressa Cinzia Calvi, riprendendo le parole del sindaco e dell’assessore, ha così illustrato il progetto :”Ringrazio tutti i ragazzi e so benissimo che per loro è doppiamente faticoso vivere da soli ed organizzarsi in tutte le attività quotidiane come l’andare a fare la spesa, arrivare in orario al lavoro o a scuola, lavare i piatti ecc. e il progetto comprende, con la presenza di un educatore, il soggiorno di una settimana al mese di 4 nostri ragazzi presso questa casa affinchè siano il più autonomi possibile, cosa non facile per chi ha un cromosoma in più. Vi sono poi due ragazze che soggiorneranno presso la struttura dal venerdì alla domenica, periodo nel quale si hanno meno impegni e quindi vi è solamente da organizzare il tempo libero, che consiste nell’andare in discoteca, in pizzeria o semplicemente andare a mangiare un gelato tutti insieme”.


“Questa è una giornata speciale per i Lions, anche se recentemente abbiamo perso un nostro membro”, ha sottolineato il presidente del Lions Club Albenga Host Alessandro Colonna, “e cerchiamo di impiegare le nostre risorse per aiutare i più deboli. All’inizio questo sembrava un progetto effimero, ma grazie alla generosità di molte persone è potuto diventare realtà”.

 

 

 SELENA BORGNA

 


 

 

 

 

 

 

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information