Una poesia di Manrico Maglia: NOVEMBRE Stampa
Scritto da Manrico Maglia   
Una poesia di Manrico Maglia
NOVEMBRE

Giochi cromatici fra le sempre più rade fronde,

di estive  fresche ombre..

le messi accolgono il neonato grano

ed altre si riposano per le colture estive...

solo qualche virideo prato, figlio del lontano taglio..

Le nebbie ormai alle porte con fratello gelo ...

i fumi dei camini,

 salgono all'orizzonte verso il grigio cielo..

povero degli angeli alati ormai giunti a sud...

se sfuggiti al mortale piombo.

La natura è nel suo meritato riposo...

usata fino in fondo da un uomo...

che in fondo ne fa sempre meno parte..

è Novembre...

 
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information