LE TIRE di Cairo Montenotte Stampa
Scritto da Alessandro Scotto   
LE TIRE di Cairo Montenotte
(Tu chiamali se vuoi..panini con salsiccia!)
 

Le origini di questa prelibatezza della valbormida si perdono nella notte dei tempi e sono contornate da un alone di mistero.

Secondo un'accreditata leggenda , la “ tira “  sarebbe nata in casa di Gepin, un modesto contadino cairese, come conseguenza di un fatto meramente fortuito.

Ecco i fatti. Si racconta che le truppe di Napoleone, le quali dopo la battaglia di  Millesimo alla fine del '700 avevano  gettato le basi per la conquista dei primi territori italici proprio nelle nostre valli, imperversassero nelle campagne alla ricerca  di un po' di cibo per se e per i loro cavalli.

Gepin, ignaro di queste scorrerie, aveva appena ucciso il maiale e, dopo una rudimentale lavorazione della carne, si disponeva ad insaccarla onde garantirne  la conservazione nei lunghi mesi invernali.

Mentre tagliava i minuti pezzetti per la saporita salsiccia, vide i soldati sopraggiungere alla sua misera dimora.

 Velocemente nascose la carne , dentro il primo posto più vicino e sicuro : la  madia.

I soldati in cerca di cibo ma pure  di riposo, si fermarono nella cascina  senza però trovare alcunchè  di cui sfamarsi.


Bevvero , si riposarono, ed alcune ore ripartirono.

A quel punto Gepin corse a recuperare velocemente la sua carne, ma questa era sparita!

La farina, che impastata con l'acqua ed il lievito riposava nella madia, era lievitata avvolgendo completamente la carne.

Nel mondo contadino nulla andava sprecato e non potendo più separare la carne dall'impasto, ne fece piccole pagnotte  che in forno divennero delle particolarissime focaccette , da allora chiamate appunto Tire.

Attualmente sono le regine incontrastate di parecchie sagre estive, ma vengono vendute pure in alcune panetterie al fianco di pane e focaccia!

Ecco un altro patrimonio gastronomico delle nostre valli, da conoscere, apprezzare e divendere ad ogni costo anche per sfatare l'errata credenza che lo “ street food “ sia nato e cresciuto solo oltreoceano!

Se vogliamo cimentarci in casa e prepararle per una festa od una grigliata in giardino ecco una rapidissima ricetta:

⁃  possiamo usare l'impasto per la pizza, lasciarlo lievitare e poi quando è pronto stenderlo sul tavolo col mattarello , ricavandone poi dei pezzi di media lunghezza

⁃  togliamo poi  la pellicola dalla salsiccia  e poniamone il trito crudo sull'impasto

⁃  creiamo dei “ rotoli “, facendo bene attenzione a chiuderne leggermente le estremità

⁃  cuocere in forno a 200° fino a quando non risulteranno dorati in superficie

Alessandro Scotto

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information