Cinema: Rain man Stampa
Scritto da BIAGIO GIORDANO   
RUBRICA DI CINEMA A CURA DI BIAGIO GIORDANO

Rain Man - L'uomo della pioggia

 Rain Man - L'uomo della pioggia (Rain Man) è un film drammatico del 1988, diretto da Barry Levinson ed interpretato da Tom Cruise e Dustin Hoffman, vincitore dell'Orso d'oro al Festival internazionale del cinema di Berlino.

 Un film sulle possibilità terapeutiche e di qualità della vita che negli anni '80 si prospettavano negli Stati Uniti nei confronti dell'autismo dei pazienti cittadini benestanti.

Il conflitto tra istituzioni sanitarie e parentela in merito a chi meglio può rispondere alle necessità del paziente e quindi essere in diritto di stare col la persona affetta da autismo trova per legge come diritto di scelta ultima: l'istituzione sanitaria.

Il film mantiene un equilibrio di senso tra immaginario e reale molto apprezzabile riuscendo a non offendere la scienza psichiatrica e psicanalitica con banalità generiche di significato e contraddizioni comportamentali intrise di illogicità di pensiero, ossia si evitano con cura aspetti di quei sottoprodotti da mercato che possono scaturire da ciniche esigenze di spettacolo. 

Lo spettacolo della super memoria sulle operazioni matematiche esibito inconsapevolmente dal paziente autista, trova infatti, via via nel film, un realistico stemperamento grazie ad alcune palesi contraddizioni che si presentano nella loro applicazione nella realtà pratica quotidiana. Aspetto quest'ultimo che chiarisce allo spettatore come in genere le presunte geniali facoltà mentali attribuite all'autista siano spesso estremamente frammentarie e caotiche, difficili da misurare, e che per coglierne quindi, là dove occorre, i possibili nessi logici occorra un lavoro sull'inconscio.

Dustin Hoffman nella parte del paziente protagonista autista del film, supera se stesso con una prestazione eccezionale, di grandissima sensibilità empatica, che richiedeva forti immedesimazioni sul personaggio tali da abbattere per un certo tempo in lui, anche nella sua vita reale, ogni barriera esistenziale tra normale e anormale...

Tanti premi internazionali meritati ampiamente. Musica molto aderente al tema, di grande impatto significante, cioè mai da intrattenimento.

    Biagio Giordano

 

I LIBRI DI BIAGIO GIORDANO

Cliccate sulle immagini per saperne di più e per acquistarli

        
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information