Savona che copre, non scopre Stampa
Scritto da C.BARUX   
Savona che copre, non scopre

 

 Eppur mi par di vedere oltre alle tante promesse fatte negli anni, or su dunque ....sia solo per accaparrarsi dei voti???”solo” ma anche si....la vita, il tenore di vita cambia per gli eletti, mentre il popolo continua a brontolare????Tra spazzatura accatastata, parchi all’abbandono, fontane senza lacrime....strade che diventano boschi, e il poco lavoro....

Savona non è la mia città ma ho imparato a conoscerla, apprezzandone la storia e i suoi personaggi, menziono e ricordo Il Dott. Lelio  Speranza, conosciuto una decina di anni fa, amico e mio Cicerone, a braccetto per Savona coi “nasi all’insù......”: l’imponente fortezza a mare, il maestoso “Signor Priamar” che si erge come unico Sovrano visibile nella Savona ormai “moderna” di Lusso....di lì la Torretta sul porto, la Savona vecchia, quella dei carruggi e della “panissa“, della vecchia imponente ex Prefettura di Savona, a visitarla oggi con l’asfalto sotto i piedi, modernamente inguardabile, a me personalmente, vien rabbia prima....poi ....tanta tristezza!!! Calpestando una notte la “moderna Darsena” e il suo porto turistico, che rispecchia le navi sull’acqua...Savona romantica.

Nonostante ci siano angoli savonesi che stringono il cuore in un abbraccio, come il “vecchio lavatoio” al porto, le Torri del Brandale,-“e non pensar di entrare, che trovi sempre chiuso.....”,senza polemizzare alzo lo sguardo al San Giacomo di Savona, spettacolare quanto non amata abbastanza perché se ami il tuo paese lo curi.....non lo fai cadere a pezzi.....e poi le piazze, quella del Popolo, quella dei Caduti....e la vecchia stazione.....e non dimentichiamo i portici....e alzando gli occhi al cielo “i suoi affreschi”....ma tutto ciò già lo sapete :Priamar, Porto, città antica, moderna ,cattedrali, chiese, piazze.......da scoprire e già scoperte.....

Poi c’è Savona che “copre”:

un bagaglio culturale che ne andrebbe fiero qualunque italiano...e/o savonese, che non ne conosce nemmeno il nome.....come Eso Peluzzi (Santuario di Savona) oppure maestose Cappelle di Chiese nascoste site in Ville di nobili famiglie dei tempi che furono, chiuse a chiave con tre mandate, in attesa che i loro affreschi ottocenteschi vengano divorati dalle intemperie o dall’umidità e dal tempo che scorre inesorabilmente come una piaga profonda, incurabile...senza che le “Belle Arti” si sveglino, si risveglino da quest’incubo!!!

Attonita, mi aprono un portone....chiuso a chiave....non visitabile, non aperto al pubblico....non condivisibile, ”messo a tacere”!!! Due secondi posso tuffarmi nell’ottocento...un altare, una croce, qualche quadro (antico), muri che mi spezzano il cuore, occhi pieni di dolore...di lacrime...mi commuovo a tanta bellezza....fatico ad immaginare scene di caccia, ormai senza colore, culto e preghiera che senza immaginazione non riesci a finire di scoprire....perché il tempo e L’ignoranza umana se li sta divorando.....tra umidità e muffa....in basso si legge “milleottocento”....

Savona che “copre” e cancella un Patrimonio Artistico che appartiene a tutti noi.....

   c.barux

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information