Fiera Regionale del Tartufo Bianco Stampa
Scritto da Trucioli Savonesi   

Fiera Regionale del Tartufo Bianco d’Alba e d’Astesana

nelle terre Patrimonio dell’Umanità – Unesco

Canelli, domenica 8 novembre 2015

Gli stucchi ottocenteschi dell’elegante “Salone Massena” hanno fatto da cornice, martedì, all’anteprima della Fiera regionale del Tartufo Bianco d’Alba e d’Astesana, happening che si svolgerà a Canelli l’8 novembre prossimo. Ospite d’onore re tartufo, raccolto nelle tartufaie patrimonio dell’Unesco da Beppe Parodi, segretario dell’Associazione Trifulau Canelli. Trifole cadute sui tajarin “40 tuorli” che la chef Mariuccia Roggero Ferrero del ristorante stellato Michelin “San Marco” di Canelli ha cucinato in diretta in un show cooking applaudito da giornalisti e ospiti. “Grattate” scese abbondanti anche sulle prelibate tome di Roccaverano Dop. Il tutto innaffiato da Cortese e Barbera d’Asti doc, mentre gli spumanti delle “cattedrali sotterranee” e il Moscato docg Canelli hanno accompagnato i dolci dei pasticceri torinesi.

Il profumo di tartufo, le storie dei trifulao e l’aura di mistero che lo circonda sono stati il filo conduttore alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione organizzata da Comune e Associazione Trifulau Canelli. Vetrina di prestigio con un partner d’eccezione, l’Ascom-Confcommercio di Torino e Asti. "Lo cose belle e di qualità nascono quasi per caso – ha esordito Maria Luisa Coppa, presidente di Ascom Torino e vicepresidente nazionale di Confcommercio -. A settembre fui invitata ad una premiazione di commercianti a Canelli. Erano anni che non andavo in quella città. Mi sono trovata immersa in un ambiente bello, vivace, coinvolgente, entusiasta in un territorio ricco e dalle grandi potenzialità. Ho visitato le cattedrali sotterranee, scoprendo un mondo meraviglioso. Ho trovato persone collaborative e che amano la propria terra. Sono certa che la nostra collaborazione continuerà". Concetti ripresi da Claudio Bruno di Ascom Asti: "Un territorio dalle grandi potenzialità quello canellese, che ha saputo reagire ai momenti difficili puntando su turismo ed enogastronomia".

Al sindaco Marco Gabusi il compito di tratteggiare la filosofia "di un territorio ricco e generoso che, dopo il riconoscimento a Patrimonio dell’Unesco, deve puntare sempre di più all’eccellenza.  Il tartufo è una delle punte di diamante delle nostre tipicità che sa abbinare tradizione e modernità in un’ottica di internazionalità diffusa".

Paolo Gandolfo, vicesindaco e assessore, ha parlato della manifestazione <come valorizzazione del tartufo, orgoglio delle nostre produzioni che poche altre zone al pari della nostra possono vantare condividendo con passione, patrimoni di questo genere, celebrandoli e al tempo stesso attualizzandoli, in modo da garantirne la vitalità, senza relegarli fra le nostalgie e i ricordi>.

Piercarlo Ferrero, presidente dell’Associazione Trifulau Canelli ha ricordato che <con la Fiera del Tartufo vogliamo dare lustro a questo prodotto che i Trifulau Canellesi, dal 1976, cercano e trovano in aree di grande pregio.Un compito, il nostro, che ci vede sentinelle di un territorio da preservare, curare e tramandare perché è l’essenza del nostro vivere>.

Gandolfo ha anche annunciato i testimonial della Fiera regionale targata 2015: saranno Franco Ossola, figlio dell’omonimo calciatore del Grande Torino scomparso nella sciagura di Superga, campione di atletica leggera, recordman mondiale nella staffetta 4x200 nel 1972 con Pietro Mennea, e la moglie Zina Boniolo, più volte campionessa italiana nel mezzofondo. ;

Programma della

Fiera Regionale del Tartufo Bianco d’Alba e d’Astesana

e dell’ Antica Fiera di San Martino

Alle ore 8.00 nel centro storico cittadino, prende il via l’Antica Fiera di San Martino, con oltre cento bancarelle, mentre in corso Libertà e nell’area della stazione ferroviaria si apre la Fiera regionale del Tartufo con esposizione e vendita di tartufi e mercatino di prodotti enogastronomici del territorio.

Alle ore 10.00 nel Salone Riccadonna la “Mostra concorso del tartufo bianco”, in collaborazione

con l’Associazione Trifolao di Canelli, con esposizione dei migliori pezzi di “trifola” raccolta nel territorio d’Astesana. Premi a “Trifolao”, commercianti e ristoratori. Nella Tartufaia Didattica, si tiene la ricerca simulata di tartufi bianchi e neri per bambini, signore…e non solo, a cura dell’Associazione Trifulao Canellesi

Dalle ore 11.00  show-cooking “Il tartufo:

leggenda, mito e realtà” interpretato dallo chef  Mariuccia Roggero Ferrero del ristorante Stella Michelin “San Marco” di Canelli.

Premiazione dei vincitori e pranzo al tartufo nei ristoranti cittadini.

Nel pomeriggio,dalle ore 15.00 alle ore 17.00 nella Tartufaia Didattica la ricerca simulata di tartufi bianchi e neri per bambini, signore…e non solo, a cura dell’Associazione Trifulao Canellesi.

Dalle ore 14.00 presso il Salone Riccadonna mostra e Degustazione del Moscato d’Asti Docg “Canelli” abbinato ai dolci delle pasticcerie canellesi curato dall’Associazione Produttori Moscato di Canelli.

Alle ore 16.30 in piazza Cavour “Il “Trifulao salva l’ambiente”: evoluzione del paesaggio agreste tra vigna e tartufaia con Piercarlo Ferrero dell’Associazione Trifulao Canellesi

Alle ore 17.00 piazza Cavour ospita “Elogio al Tabui” passerella dei cani da cerca .

Merenda Sinoria del Tabui con premiazione e consegna del “Collare al Saggio Tabui” ai Trifulao.

Nel centro cittadino “Gastronomia tartufi & volontariato”: piatti tipici a cura delle associazioni di volontariato di Canelli .

Visita alle “cattedrali sotterranee”, le cantine storiche Patrimonio Unesco

Abbinata alle visite delle Cantine storiche Bosca, Contratto, Coppo e Gancia ci sarà la Giornata Europea dell’Enoturismo.

Le “Cattedrali Sotterranee” saranno visitabili secondo il seguente programma:

Casa Bosca

Dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle  ore 14.30 alle 18.30;

Tel. +39 335 7996811:

Casa Contratto,

Aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.30.

Visita e degustazione: durata circa 90 minuti.

È gradita la prenotazione al n. 0141/823349 oppure inviando una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ”.

Casa Coppo

 Visitabile dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00;

Tel. +39 0141 823146

Casa Gancia

È aperta al pubblico con visite alle  ore 10.00, alle ore 11.00 e alle ore 12.00;

Il pomeriggio alle ore  14.00, alle ore 15.00, alle ore 16.00 e alle ore 17.00

Tel. +39 0141 830253 – +39 0141 830262

CANTINA BOSCA

Programma completo e info: Comune di Canelli, www.canellieventi.it – 0141 820231 / IAT, 0141820280. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information