Valbormida: Vicenda Toshiba Stampa
Scritto da Gastaldi   

Vicenda Toshiba

 Provincia latitante

 immagine dal SECOLOXIX

Da giorni nei Palazzi del potere si sapeva, oggi la notizia è stata riportata sui quotidiani: la Toshiba non insiederà il suo stabilimento nelle ex aree Agrimont in quanto troppo vicine alle cokerie e quindi le polveri di carbone potrebbe creare problemi alle lavorazioni.

La zona della Paleta nel Comune di Carcare non viene ritenuta idonea dall’azienda e lascia come spiraglio l’area a confine con le vetrerie di Carcare, ma con molti dubbi.

Situazione questa che alla fine vedrà svanire la possibilità di avere un grande azienda in Valle Bormida e la stessa si insedierà oltre confine regionale probabilmente nel basso  Piemonte.


Possibile che Sambin, l’ Assessore Provinciale alle attività produttive non si rende conto della situazione e della gravità  occupazionale che colpisce la Provincia di Savona e non si attiva per trovare una soluzione affinchè questa grande azienda trovi un’idonea area nella nostra Provincia.

Perché non chiede un incontro con i vertici aziendali, non propone soluzioni, la Provincia di Savona non è piccola possibile che non ci sia un’area idonea.

I terreni ormai bonificati e certificati dell’ ex ACNA di Cengio sono a disposizione, perché il nostro caro assessore non li propone, c’è lo snodo ferroviario che arriva direttamente nel sito, la zona è ad un passo dall’ autostrada Torino – Savona,  è un’area attrezzata, ma non la si propone.

Sarebbe forse meglio che gli assessorati venissero assegnati a persone con la voglia di fare, che in queste situazioni non si limitino a proporre solo i terreni di famiglia, colui che riveste l’incarico pubblico deve essere una persona che lavora per l’interesse collettivo ed in queste situazioni si adoperi affinchè la grande industri che si affaccia nuovamente alla nostra Provincia trovi terreno fertile per l’insediamento.

Gastaldi

Clicca sull'immagine per leggere

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information