Albenga, la relazione di fine mandato del Sindaco Stampa
Scritto da SELENA BORGNA   
Il sindaco di Albenga illustra
la relazione di fine mandato

 È stata illustrata, alla presenza del sindaco Giorgio Cangiano e di tutta la maggioranza, la relazione di fine mandato dell'amministrazione comunale albenganese.

“Presentiamo la relazione di fine mandato percorrendo i cinque anni di Governo sulla base dei dati, delle spese e della gestione”, ha dichiarato il primo cittadino ingauno, “e valutiamo cosa fatto con tutta la squadra. Descrivo il mio percorso condiviso da tutti e voglio dire che questo è stato un periodo difficile ma bello con un gruppo unito anche dall'amore per Albenga. Siamo orgogliosi di aver portato a termine il mandato e quando sono stato eletto ho trovato una sorpresa negativa con quasi tre milioni di rosso nei conti comunali senza dimenticare i 47 milioni di mutui da pagare al momento del mio insediamento. Dopo un anno abbiamo ricevuto dalla Corte dei Conti la richiesta di accantonare 2,5 milioni per i derivati ed io non ho mai dato colpa a chi è venuto prima di me ma mi sono rimboccato le maniche ed ora vi è una situazione diversa : abbiamo ridotto il debito da 47 a 33 milioni ed il nostro conto è addirittura in positivo. Il Governo centrale non ci ha aiutati ma noi abbiamo abbassato la tari ed abbiamo anche disponibilità per lo sblocco delle risorse per fare alcuni lavori. Abbiamo effettuato lavori per circa 7,7 milioni complessivi nei più diversi settori : scuole, strade, sport, verde e illuminazioni, mentre per il Rio Fasceo e Carendetta abbiamo impegnato 2,5 milioni non ancora ricevuti. I pagamenti sono avvenuti a 30 giorni dalla data della fattura e dopo Pasqua effettueremo lavori di riverniciamento e messa in sicurezza del ponte rosso. Amplieremo anche il cimitero, a breve partirà la gara per il polo scolastico senza dimenticare il museo subacqueo e le diverse manutenzioni effettuate con personale comunale”.

 


 

“Abbiamo ripristinato l'illuminazione in Via Deportati Albenganesi, Viale Liguria, Via Gorizia, Via Genova ed altre”, prosegue Cangiano, “ed abbiamo puntato sul turismo promuovendo le eccellenze vinicole, gastronomiche ed il nostro mare. Chi viene qui deve conoscere le nostre eccellenze ed eventi come il Giro d'Italia e la promozione con il video della città sulle navi Costa Crociere hanno fatto sì che il numero dei turisti nella nostra città sia aumentato. Abbiamo promosso eventi importanti come il Palio Storico, Fior d'Albenga ed il Percorso di San Martino, importante soprattutto per il turismo religioso, senza dimenticare la riapertura dell'anfiteatro, l'inaugurazione dello Iat nella Torre Civica ed il concerto di Jovanotti che si terrà a luglio. Riguardo al sociale voglio dire che abbiamo avuto casi difficili dettati soprattutto dalla crisi ma abbiamo gestito bene il tutto creando due progetti importanti : Non Uno Menoche a breve ripartirà con laboratori all'interno e Dopo di Noicon una casa con giardino data in gestione all'Adso. Abbiamo anche creato il bilancio partecipativo dando ai cittadini la possibilità di scegliere un progetto aumentando sempre di più le risorse; un attenzione particolare è stata data allo sport con il nuovo manto presso lo stadio Riva effettuando anche lavori alle tribune ed agli spogliatoi, abbiamo cambiato il parquet del Palamarco, rifatto la tensostruttura di Campolau ed a breve inaugureremo il nuovo Tennis Club. Uno dei più bei traguardi è stato quello dello spostamento della sede della Polizia Municipale presso l'ex tribunale molto importante per la sicurezza garantendo 3 turni. Il collettamento per il depuratore è stato fatto e voglio ricordare il progetto ELENA riguardante i led che ci permetterà di abbassare i costi per l'illuminazione e l'azienda ci fornirà anche nuove telecamere oltre al nuovo sistema di led. La situazione della raccolta della spazzatura era molto difficile ma noi l'abbiamo risolta, a breve l'azienda ci fornirà nuovi bidoni ed è anche aumentata la percentuale di raccolta differenziata senza dimenticare che Albenga sarà il comune capofila per il nuovo ambito riguardante la raccolta della spazzatura”.

“Sono orgoglioso e fiero di questa opportunità, non ho mai pensato di vivere di politica ed il mio impegno è stato sempre massimo. Lascerò questa città al sindaco che verrà migliore di quella che ho trovato con 725.000 euro già pronti per essere spesi e spero che il mio successore rispetterà Albenga. Uno dei progetti di cui sono più orgoglioso è quello chiamato Non Uno Menoperché ha uno scopo importante per i ragazzi coinvolti ed il mio rammarico è stato quello legato alle complicanze burocratiche legate al polo scolastico che hanno fatto sì che il progetto non sia partito prima e spero vivamente che non si blocchi”, conclude il sindaco di Albenga.

 

    SELENA BORGNA     

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information