Suggerimenti turistici di luoghi artistici: Sabratha Stampa
Scritto da BIAGIO GIORDANO   

SUGGERIMENTI TURISTICI DI LUOGHI ARTISTICI

Sabratha (Libia)

 Si trova a circa 72 km a ovest di Tripoli e a circa 105 km dalla frontiera con la Tunisia. Insieme a Oea (Tripoli) e Leptis Magna è una delle tre città che hanno costituito la Tripolitania antica.

Sabratha fu fondata intorno al VII secolo a.C. dai Fenici in un territorio che si prestava ad essere facilmente un porto naturale. Si affermò commercialmente con grande successo, in quanto sbocco mercantile di una un'importante rotta di commerci.

Grazie alla sua posizione territoriale, Sabratha divenne ricca ma attirò l'attenzione di Cartagine che in breve tempo riuscì a controllarla imponendole le proprie direttive.

La città passò sotto il dominio dei romani nel 46 a.C., sotto i quali la floridezza raggiunse livelli elevati. La città venne rifatta con criteri estetici e funzionali nuovi grazie all'imperatore Settimio Severo, originario di Leptis Magna.

Da sottolineare come numerosi edifici pubblici fossero abbelliti nel periodo romano con preziosissimi marmi, inoltre  nello stesso periodo ci fu la costruzione del monumentale teatro in riva al mare che poteva contenere circa 5.000 persone. Nel suo momento migliore Sabrata aveva intorno ai 22.000 abitanti.

Il suo declino coincise sia con la decadenza dell'Impero romano che con le invasioni di popolazioni di origini berbere.  Alcuni eventi naturali, come il terribile terremoto del 365 d.C.  diedero il colpo di grazia alla vita della città. Nel 439 i Vandali di Genserico presero possesso di Sabrata, cedendola poi ai bizantini che erano diventati sempre più forti.

I bizantini, governati dall'Imperatore Giustiniano, ricostruirono alcune parti della città. Fiorirono le chiese, fu costruito un porto ben funzionale ai commerci, ed eretta una robusta cinta muraria. Sabrata divenne una città molto rispettata e ammirata dell'Esarcato d'Africa.

Il dominio di Costantinopoli terminò nel 710, dopo ripetute invasioni musulmane. In quel periodo trionfò poi Cartagine e cadde l'Esarcato.

Con l'invasione degli Arabi nel VII secolo, Sabratha perse in Tripolitania ogni importanza commerciale e amministrativa, cedendo alla città di Oea (Tripoli) lo scettro della guida della Tripolitania.

  Biagio Giordano

Sabrata

 Sabrata

 Teatro
 
 
Sabrata 

Teatro 
 
 
 Museo
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information