di Massimo Bianco
TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 684 del 10 novembre  2019
Tel. 346 8046218
Le emissioni di SF6, un gas più dannoso della CO2 Stampa E-mail
Scritto da TS   
 

 

Le emissioni di SF6, un gas più dannoso della CO2.

 

Da oltre 50 anni, il gas SF6 (esafluoruro di zolfo) è utilizzato con successo in varie applicazioni industriali per la sua elevata resistenza.

Viene usato negli impianti di energia elettrica (anche negli impianti eolici), nell’industria elettronica e in campo medico, nelle macchine di diagnostica a risonanza magnetica.

In passato era anche utilizzato per gli pneumatici, nelle scarpe da ginnastica e come isolante nei doppi vetri. Il suo uso in queste applicazioni è bandito dal 2007 perché è uno dei gas serra più dannosi

Il maggior impiego dell’SF6, un gas non infiammabile, inodore e incolore, serve per isolare le grandi centrali elettriche ed eoliche allo scopo di prevenire cortocircuiti e incidenti.

Questo gas viene usato perché molto economico ma, purtroppo, contribuisce al riscaldamento globale più di qualsiasi altra sostanza, 23.500 volte in più dell’anidride carbonica. 

Essendo un gas sintetico questo gas rimane a lungo nell’atmosfera e può avere effetto sul riscaldamento globale per almeno mille anni.

Secondo le stime, nel 2017 le emissioni di SF6 sono state pari a 6,73 milioni di tonnellate di CO2, praticamente quanto rilasciano da 1,3 milioni di auto.

C’è, però, il sospetto che le concentrazioni nell’atmosfera siano sotto stimate, ogni paese dovrebbe comunicare annualmente alle Nazioni Unite quanto SF6 utilizza, ma gli scienziati hanno scoperto che in alcuni paesi le concentrazioni di SF6 in atmosfera sono 10 volte superiori a quelle dichiarate nei rapporti.

Inoltre, considerando il ritmo con cui sta crescendo il bisogno di energia elettrica e il conseguente aumento di impianti eolici, le emissioni potrebbero aumentare del 75% entro il 2030.

L’SF6 fa parte del gruppo dei gas fluorurati (gas usati nella refrigerazione e nel condizionamento dell’aria) ed è dal 2014 che la Commissione europea sta cercato di vietare alcuni di questi gas dannosi per l’ambiente, ma si è dovuta arrendere alla lobby dell’industria elettrica.

Purtroppo, per le applicazioni negli impianti ad alta tensione non esiste un’alternativa valida all’SF6, esiste qualche soluzione solo per gli impianti di media tensione ma non sembrano interessare alle industrie.

L’Unione europea continuerà a cercare le alternative però gli esperti, anche i più ottimisti, non credono si possa arrivare a un divieto dell’uso di questa sostanza prima del 2025.

 

T.S.
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information