di Massimo Bianco
TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XVI
Numero 685 del 17 novembre  2019
Tel. 346 8046218
Catechismo laico Stampa E-mail
Scritto da MARCO GIACINTO PELLIFRONI e MARCO DELLA LUNA   
CATECHISMO LAICO

 L'amico Marco Della Luna ha tentato di stilare, a meno di qualche dimenticanza, un elenco dei concetti che, ripetutici dagli organi di informazione etero-diretti a scadenza quotidiana, anzi oraria, sono diventati assiomi, verità tanto evidenti da non necessitare di dimostrazioni. Tra questi uno dei principali riguarda il contante, indicato come l'origine di tutti i mali dell'Italia. In parte è vero, trattandosi di moneta privata, a debito e interesse, anziché pubblica; ma non è questa la colpa indicataci dai mass media. No, la colpa sarebbe di noi italiani che, usandola per pagamenti in nero, affosseremmo l'economia. Nulla si dice, invece, dell'encomiata moneta elettronica, che pur costituisce oltre il 90% dei nostri pagamenti, nonostante il fatto che sia anch'essa privata, e quindi emessa dalle banche commerciali, rectius speculative, a debito e interesse tanto quanto il contante. L'illustre, pur sconosciuto sino a un anno fa, premier Conte si guarda bene dall'indicare il vero male alla radice della nostra crescente povertà (ne parli coi giovani disoccupati, precari, sottopagati o alle famiglie che li sostentano con le magre e mai rivalutate pensioni) e preferisce deviare il discorso sulle cause marginali: siamo in depressione perché si pagano i caffè con gli spiccioli (dimenticando che gli spiccioli sono pubblici, senza debito e interessi, sono soldi dello Stato, al quale è invece proibito emettere moneta cartacea, sottraendo alle banche la vera polpa dei loro guadagni).

 


 La Svezia, quasi del tutto senza contanti, cashless, ha provato quanto il contante sia necessario nel caso di blackout generale. Si abbia l'umiltà di non puntare tutto e soltanto sulla tecnologia digitale, per non diventarne schiavi senza vie d'uscita. 

 

Un mantra legato a questa visione della natura intrinseca del denaro è quello che predica "pagare tutti per pagare meno", senza il minimo dubbio che tale asserzione andrebbe capovolta in "pagare meno per pagare tutti". Tanto elementare quanto proibito anche il solo pensarlo.

Ma ora vi lascio alla lettura completa del catechismo laico che ci ammanniscono senza che neppure andiamo in chiesa ad ascoltarlo: basta accendere la radio o la TV, leggere i giornali, e molto meno navigando su Internet, dove le verità vengono rubricate come fake news, ossia le moderne eresie, un tempo punite col rogo, oggi con leggi a maglie censorie sempre più strette e, se recidivi, con multe rovinose e il carcere. E pensare che milioni di italiani che votarono i pentastellati lo fecero nella convinzione che costoro rovesciassero le inique leggi bancarie che ci stritolano ogni giorno di più. Gettata la maschera e più che dimezzati i consensi, ora ci beffano impedendoci di esprimere col voto la nostra amara delusione. Il PD invece, va riconosciuto, è granitico nel suo aperto sostegno a BCE, UE, FMI e simili torri d'avorio. L'interrogativo che da sempre mi assilla è "chi sono quegli elettori che, in un non trascurabile 20%, continuano a votarlo"?

 

Marco Giacinto Pellifroni    20 ottobre 2019

Visita il blog  https://www.marcogiacinto. com

 

 

 Eccovi, grazie al contributo di stimati lettori, un catechismo abbastanza completo delle verità di ripetizione per l’italiano d’oggi.

Esistono verità di ragione, verità di fede, e verità di ripetizione. Quelle di ripetizione, che sono non tutte false, si costruiscono mediante la ripetizione incessante e pervasiva da parte di mass media e istituzioni. In parte, queste verità sono enunciate esplicitamente, in parte implicitamente o indirettamente, ma non per questo meno persuasivamente.

Dopo migliaia di ripetizioni, e grazie al fatto che i mass media bloccano tutti i messaggi che le mettono in dubbio, queste verità, indipendentemente dalla loro dimostrazione o confutazione oggettiva, vengono assimilate e sentite dall’opinione pubblica come fatti oggettivi e ovvi, anziché valutazioni, ideologie o propaganda. Perciò condividendo tutti queste certezze avremo un linguaggio e una mappa di realtà universali, potremo capirci gli uni gli altri, saremo concordi tra noi e con chi ci governa e per il nostro bene ci trasmette queste certezze.

Imparate dunque per bene il catechismo, insegnatelo con fierezza ai vostri bambini e alle risorse che arrivano da lontano:

  1. L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro; la sovranità appartiene al popolo. 
  2. La legge è uguale per tutti. 
  3. I parlamentari rappresentano gli interessi del popolo. 
  4. La magistratura è la parte sana di un paese con un generale problema di corruzione. 
  5. Le sentenze non si discutono ma si rispettano (anche se per legge devono essere motivate in modo da poter essere controllate ed eventualmente impugnate). 
  6. I sindacalisti tutelano i lavoratori. 
  7. La democrazia è realizzabile e realizzata, e rende legittimi i regimi in cui viviamo. 
  8. La trasparenza politica è realizzabile e realizzata e le intenzioni dichiarate dai governi sono sincere; chi dice che la politica sia basata sull’intrigo, sull’imbroglio e sul complotto, è un complottista e va isolato ed oscurato. 
  9. L’eguaglianza è realizzabile e realizzata. 
  10. La ricerca scientifica e l’insegnamento sono liberi. 
  11. Abbiamo bisogno di immigrati africani per migliorare il nostro pool genetico. 
  12. Abbiamo bisogno di immigrati islamici per ampliare i nostri orizzonti culturali. 
  13. Tutti gli immigrati possono essere integrati, quale che sia la loro mentalità di provenienza. 
  14. Francia e Germania sono paesi amici. 
  15. Le guerre italiane contro la Serbia, l’Iraq e la Libia sono conformi all’art. 11 della Costituzione. 
  16. Mattarella è stato eletto Capo dello Stato da una maggioranza parlamentare costituzionalmente legittima. 
  17. Gli stati occidentali e democratici sono sovrani e indipendenti. 
  18. I politici che si intascano i soldi dei contribuenti hanno il compito di mettere in galera gli evasori fiscali per il bene dei contribuenti. 
  19. Il fisco non ricorre sistematicamente a falsi ed estorsioni per farsi pagare somme non dovute. 
  20. L’abbattimento dei confini nazionali promuove i diritti naturali degli uomini. 
  21. Gli USA hanno con l’Italia un rapporto di alleanza e amicizia e non di occupazione militare. 
  22. I mercati sono per loro natura efficienti (cioè ottimizzano la distribuzione delle risorse e prevengono o correggono le crisi), quindi devono guidare la politica. 
  23. La politica non deve interferire con i banchieri centrali e con i mercati. 
  24. La moneta ha costi di produzione corrispondenti al suo valore; riceve il valore da chi la produce, che perciò ha diritto di esigere un interesse quando la presta e di decidere a chi prestarla e di non pagare tasse sulla sua creazione. 
  25. Anche per lo Stato, la disponibilità di moneta è limitata oggettivamente, quindi per spenderla bisogna prima risparmiarla o prelevarla fiscalmente. 
  26. La forbice dei tassi è la primaria fonte di profitto delle banche. 
  27. Le autorità di controllo costituite sono indipendenti e non condizionate dagli interessi economici; tutelano la legalità e il bene collettivo. 
  28. La democrazia si può esportare militarmente; chi la esporta, lo fa per il bene del paese in cui la esporta, non per prendersi i suoi beni. 
  29. Tutte le culture e le civiltà hanno pari valore; nessuna è superiore o inferiore a un’altra. 
  30. Mettere missili a ridosso del confine russo non minaccia la pace ma la tutela. 
  31. La Chiesa non usa i soldi dell’8 per mille per tacitare le vittime degli abusi sessuali dei prelati. 
  32. L’Inno alla Gioia esprime il progetto europeista. 
  33. Gli Alleati non hanno portato la mafia al potere nelle istituzioni dell’Italia liberata. 
  34. I mercati delle materie prime, dell’energia e dell’informazione non sono controllati da cartelli ma sono liberi e trasparenti. 
  35. L’euro ha salvato l’Italia dalla crisi del 2008. 
  36. Non si deve parlare della Politica Agricola Comune e dei suoi effetti. 
  37. Il clima sta alterandosi rovinosamente e irreversibilmente per effetto delle emissioni umane e non di fattori naturali; nella storia, infatti, non si sono mai avuti mutamenti climatici simili o maggiori di quelli odierni. 
  38. Le scie chimiche non esistono e non esiste un segreto militare su di esse. 
  39. La globalizzazione è benefica e inevitabile, tutela i diritti degli uomini. 
  40. Siamo collettivamente responsabili per il colonialismo nel Terzo Mondo, anche se non l’abbiamo voluto né goduto.
  41. Accogliere l’immigrazione di massa è utile o doveroso o inevitabile. 
  42. Sono Stati canaglia quelli che Washington stabilisce che lo siano. 
  43. Saddam Hussein aveva molte armi di distruzione di massa e aveva cooperato all’attacco di Al Quaeda alle Torri Gemelle. 
  44. La finanza dello Stato funziona come quella dei privati e delle imprese, coi medesimi limiti e poteri. 
  45. L’UE ha prodotto 65 anni di pace. 
  46. Non possiamo più andare sulla Luna perché è andata smarrita la tecnologica che avevamo realizzato per farlo. 
  47. I vaccini sono innocui ed efficaci; l’effetto gregge è realtà; l’Aifa non opera in conflitto di interessi. 
  48. I cittadini non hanno diritto né bisogno di controllare il contenuto e gli effetti dei vaccini obbligatori attraverso laboratori indipendenti. 
  49. Le multinazionali farmaceutiche non pagano i politici per far vendere i loro prodotti; lo hanno fatto solo nel passato. 
  50. Importare cereali al glifosato non nuoce alla salute pubblica. 
  51. I genitori non sono quelli che hanno fatto il bambino, ma quelli che lo hanno allevato. 
  52. L’espianto degli organi avviene dopo che il cuore ha smesso di battere. 
  53. Gli ulivi pugliesi sono malati e devono essere abbattuti tutti. 
  54. La politica deve cedere il passo alla scienza. 
  55. Orban è un dittatore e minaccia la democrazia. 
  56. Non costituiscono minacce per la sovranità dell’Italia la sua dipendenza da soggetti esterni per il finanziamento, le interferenze di Francia e Germania sulla sua politica e sulla composizione dei suoi governi, l’occupazione militare di 130 basi statunitensi; costituisce invece grave minaccia una trattativa commerciale di un esponente della Lega con il governo russo. 
  57. Il diritto costituzionale ad armarsi è causa delle frequenti sparatorie negli USA. 
  58. Benedetto XVI si dimise perché era vecchio e stanco. 
  59. Lo scopo perseguito dalle ONG è salvare le vite. 
  60. USA e UE esportano la democrazia nei paesi del Terzo Mondo e li aiutano, assieme alla Banca Mondiale, con generosi prestiti disinteressati. 
  61. L’Unione Europea non funziona al meglio perché non è stata ancora realizzata fino in fondo: ci vuole più Europa. 
  62. Il terrorismo islamico nelle città occidentali non esiste: sono solo cani sciolti, disadattati o pazzi (e anche distratti perché lasciano sempre in giro i documenti). 
  63. Le Primavere arabe e quella ucraina sono state un movimento popolare spontaneo. 
  64. Gheddafi era un bieco dittatore e in Libia senza di lui ora si sta molto meglio. 
  65. Arabia Saudita e Turchia sono amici dell’Occidente (“Con amici così, chi ha bisogno di nemici?” dice un proverbio inglese). 
  66. Il meticciato arricchisce le nazioni e i popoli, creando nuovi stili di vita. 
  67. L’Islam è una religione di pace. 
  68. Le tre religioni monoteiste hanno lo stesso Dio in comune. 
  69. La censura non esiste, i media ufficiali scremano dalle notizie le fake news per proteggere, educare ed alfabetizzare il popolo non sempre competente, per il suo bene e per la pace sociale e internazionale. 
  70. I mass media svolgono un’opera di informazione e di critica indipendente al servizio del pubblico, non di indottrinamento e propaganda al servizio dei loro finanziatori e inserzionisti. 
  71. La Storia va riscritta e insegnata in modo politicamente corretto e neutro per evitare discriminazioni e razzismi. 
  72. L’uso del denaro contante favorisce l’evasione fiscale. 
  73. Il denaro riscosso con le tasse viene speso in modo valido, onesto e trasparente. 
  74. Le tasse vanno pagate indipendentemente da come vengono spese dai politici. 
  75. Le droghe leggere sono innocue. 
  76. Il sesso (gender) non è un carattere biologico ma si sceglie in età adulta. 
  77. Studiare i libri non serve, c’è tutto su internet. 
  78. Dio-Patria-Famiglia è una triade obsoleta, maschilista, autoritaria. 
  79. La vecchiaia non esiste, siamo tutti ‘ragazzi’ a tempo indeterminato. 
  80. La Commissione Europea è massima espressione di democrazia, sviluppatasi seguendo le libere indicazioni dei governi degli stati membri, operanti sul piano della assoluta parità. 
  81. L`UE non dà ordini agli stati membri ma soltanto utili consigli; non interviene né nella formazione del consenso, né nel merito delle scelte esecutive e/o legislative degli stati membri. 
  82. L’accoglienza dei migranti è doverosa e ciascuno stato dell’UE deve farsene carico, ma solo in base alle disposizioni vigenti; dette norme possono essere modificate solo su base volontaria ed unanime degli stati membri. 
  83. Lo stato di ordinaria crisi e povertà crescente di alcuni stati membri non dipende dalle regole imposte dall’UE, ma, esattamente al contrario, dalla mancata puntuale applicazione dei buoni consigli che la Commissione sollecita. 
  84. In Italia, come dice il prof. Conte, l’evasione fiscale è il problema cruciale. 
  85. La correttezza dei bilanci delle banche, quindi delle loro dichiarazioni dei redditi, è scontata e non va discussa. 
  86. La legge non deve essere eguale per tutti, ma le multinazionali hanno una giurisdizione speciale nel WTO, che tratta il loro diritto al profitto come superiore ad ogni altro diritto. 
  87. Un sistema che incrocia tutti i data base -sanità, fisco, banca, etc.- dei cittadini non minaccia la libertà e la privacy dei cittadini né conferisce un potere unilaterale a chi ha in mano quel sistema. 
  88. Finora abbiamo vissuto al disopra dei nostri mezzi e adesso dobbiamo fare rinunce (anche se dal 1969 la produttività del lavoro, grazie alla tecnologia, è aumentata di 15 volte).
  89. Il mercato prevale sui diritti dei lavoratori (anche se la Repubblica è fondata sul lavoro), la sovranità nazionale non è un principio fondamentale e in ogni caso il popolo non può rivendicarla (anche se la Costituzione dice che la sovranità appartiene al popolo).
  90. E’ complottista chi vede complotti nella politica (anche se la politica si fa con i complotti).

 Marco Della Luna

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information