TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 681 del 20 ottobre  2019
Tel. 346 8046218
Cinema: la storia segreta di Lady D Stampa E-mail
Scritto da BIAGIO GIORDANO   
RUBRICA DI CINEMA A CURA DI BIAGIO GIORDANO
Diana - La storia segreta di Lady Diana

 Diana - La storia segreta di Lady Diana, di Oliver Hirschbiegel, con Naomi Watts, Naveen Andrews, produzione GB, anno 2013, genere drammatico, durata 113 minuti.

 Il film narra la storia sentimentale tra Diana, ex moglie del principe Carlo, candidata a diventare regina d'Inghilterra, e il cardiochirurgo Hasnat Khan conosciuto in ospedale a seguito di un intervento da lui stesso eseguito su una persona molto cara a Diana. 

 Fu lui, secondo il film, a cambiare la vita di Diana spingendola verso le missioni umanitarie e le lotte per l'abolizione delle mine antiuomo nel mondo, ma quello che è stato definito un grande amore ebbe però un triste epilogo, quando, scoperta dai media la relazione tra i due, il cardiochirurgo subì la pressione quotidiana della stampa, dei fotoreporter, dei fan di Diana, nonché un forte disagio per una evidente, preoccupante attenzione da parte dello staff regio verso di lui. Il chirurgo andava incontro a uno stress che rischiava di fargli perdere la concentrazione necessaria a compiere il suo delicato lavoro. 

La principessa, consapevole della criticità della situazione, cercò la soluzione nel matrimonio, ma i parenti più stretti del cardiochirurgo gli avevano sconsigliato di compiere quel gesto istituzionale, al che Diana, dopo il rifiuto di Hasnat, prende atto che la relazione era ormai giunta al suo termine.

Film molto criticato dalla stampa inglese e dallo stesso Hasnat Khan che l'ha trovato inverosimile, da notare che il cardiochirurgo aveva rifiutato di collaborare alla stesura della sceneggiatura cosa che ha reso poi più difficile da parte degli sceneggiatori la ricostruzione delle verità di cui il film aveva bisogno. Il rifiuto avvenne per ovvii motivi: Hasnat avrebbe dovuto fornire le caratteristiche più importanti di quella storia d'amore da lui vissuta, nonché i motivi della drammatica rottura, basandosi su ricordi di forte impatto emotivo, la cosa poteva divenire per lui angosciosa ed avere serie conseguenze nel suo delicatissimo lavoro da chirurgo che Diana così tanto apprezzava.

Il film, pur nella sua aleatorietà interpretativa su eventi rimasti per certi aspetti tuttora oscuri, funziona molto bene sul piano della comunicazione, soprattutto per quanto riguarda il modo con cui si svolge il grande amore: i sentimenti, i desideri, le passioni che, si suppone, animassero la coppia durante la relazione, trovano nel film un efficace linguaggio descrittivo, sia visivo che  parlato, idoneo a commuovere, turbare, scuotere lo spettatore, stanandolo dalla tana dell'intrattenimento puro. Grande regia. Naomi Watt brava nella parte di Diana, soprattutto per non aver ceduto alla tentazione di eccedere nel personaggio rischiando di farlo diventare una caricatura.

    Biagio Giordano   

  

I LIBRI DI BIAGIO GIORDANO

Cliccate sulle immagini per saperne di più e per acquistarli

 
 
 
        
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information