TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 681 del 20 ottobre  2019
Tel. 346 8046218
Il gatto fa compagnia ma all'occorenza... Stampa E-mail
Scritto da EMILIA URSO ANFUSO da Libero   

 

Il gatto fa compagnia ma all’occorrenza

diventa una “medicina”

 

 Gli italiani amano tenere in casa un amico quattro zampe. Nel Rapporto Eurispes 2018 Amici Animali, è emerso che 3 italiani su 10 hanno in casa almeno un animale da compagnia. Il 38,7% sceglie di condividere la vita con un gatto. Affettuosi, intelligentissimi, capaci di far cose inimmaginabili. Avevo una micia, che avevo chiamato Voilà, che era in grado di fingersi ammalata o mezza morta. La prima volta che avvenne mi prese un mezzo colpo. La trovai stesa in terra a pancia all’aria e miagolava forte. Accorsi in suo aiuto, ma ecco che la birbante si rialzò e corse via miagolando. Aveva voglia di giocare. Che nostalgia…

Vittorio Feltri ha scritto una cosa che condivido appieno: lui, che si definisce “agnostico”, quando osserva i suoi adorati gatti arriva a credere all’esistenza di Dio. «Soltanto un dio è in grado di progettare un essere così incantevole». Come dargli torto? Ma attenzione: non sono solo animali da compagnia. È stato scientificamente provato come possano curare le ferite dell’anima e persino migliorare la condizione di salute del cuore. Gatto-terapia, è stata denominata, e al pari dell’ippoterapia – la terapia che ha come protagonisti i cavalli - è oggi considerata una vera e propria cura, anche se non ancora inserita nel Sistema Sanitario Nazionale.

Fin dal 2009 alcuni studi scientifici hanno confermato che prendersi cura di un Certosino, di un Siamese o di un trovatello può sanare problemi di ansia, stress e depressione. Gli studiosi, per 10 anni, verificarono gli andamenti psicofisici su 4.000 persone tra i 30 ei 70 anni. La metà di questi individui condivideva la vita con un gattino. Si è potuto evincere come, tra gli amanti dei gatti, il rischio cardiovascolare fosse ridotto del 30%. Anche la pressione arteriosa si manteneva sui valori normali. Altre ricerche hanno dimostrato che amare un felino aumenta il rilascio di due ormoni fondamentali per il buonumore: la serotonina e l’ossitocina.  Di contro, cortisolo e adrenalina diminuiscono. Per quanto riguarda le fusa, c’è un’altra stupefacente azione sul nostro benessere: possono distendere le contratture muscolari e mantenerci rilassati.

EMILIA URSO ANFUSO da Libero

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information