TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 676 del 15 settembre  2019
Tel. 346 8046218
Cinema: Animali notturni Stampa E-mail
Scritto da BIAGIO GIORDANO   
RUBRICA DI CINEMA A CURA DI BIAGIO GIORDANO
Animali notturni

 

Animali notturni, regia di Tom Ford, anno 2016, con Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Michael Shannon, genere thriller, durata 115 minuti, produzione Usa.

  Susan riceve dall'ex marito un misterioso manoscritto contenente un racconto di genere thriller che intende pubblicare, l'uomo non si aspetta  dalla lettura della donna una semplice opinione, bensì molto di più, qualcosa capace di rimettere in primo piano nella mente della ex moglie, ricordi e passioni della loro vita passata, magari con l'ambiziosa speranza di far nascere nella donna il desiderio di riaprire in qualche modo il loro rapporto.

Il manoscritto racconta la sfortunata storia di una vacanza familiare di una felice coppia, sposata con figlia. Il dramma: lungo una strada deserta, una gang notturna di balordi, dediti a stupri seriali con omicidi,  obbligano, con un incidente voluto, l'auto della famiglia in vacanza a fermarsi. Dopo un volgare battibecco, le due donne vengono portate via di forza dalla gang, con l'intenzione da parte dei bulli di violentarle, mentre il marito malmenato e umiliato viene abbandonato traumatizzato da un terzo malvivente  in un luogo deserto e sinistro, non molto lontano dall'incidente.

Susan, durante la sua lettura del manoscritto, vede nella descrizione  drammatica delle due donne da parte dell'autore, se stessa e sua figlia, ciò fa si che il suo inconscio si lasci prendere sempre di più dallo scritto. Gli episodi del racconto agiscono sulla sua mente come potenti flash back biografici: sogni  a occhi aperti correlati da numerose formazioni oniriche enigmatiche. Sono forze psichiche che si impongono con prepotenza, rievocative di immagini del passato, disposte dall'inconscio in una logica misteriosa, di fronte alle quali l'Io sembra non poter opporre alcuna resistenza. Susan si ritrova a ricordare il suo primo matrimonio, avvenuto con l'autore del manoscritto,  rivivendolo con un forte turbamento frammisto a passione per la vita tipica degli anni più giovanili,   la donna è ossessionata dalle diverse questioni  che via via  appesantivano il matrimonio rendendolo impossibile. 

Film thriller con gli ingredienti giusti per piacere, e far meditare a volte con nostalgia a volte con dolore. Pensieri clandestini sembrano voler soffermarsi negli spettatori su tutte quelle relazioni d'amore del passato da loro vissute con intensità, e date erroneamente per finite, relazioni che in realtà erano solo impedite a proseguire a causa di oscuri malesseri inconsci prigionieri dell'infanzia più desiderante.

     Biagio Giordano  

I LIBRI DI BIAGIO GIORDANO

Cliccate sulle immagini per saperne di più e per acquistarli

 
 
NEW
        
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information