TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 681 del 20 ottobre  2019
Tel. 346 8046218
Facebook Stampa E-mail
Scritto da Alessio Ganci   

L’irresistibile “richiamo” di Facebook

Facebook può generare dipendenze, come il fumo, la droga o il gioco d’azzardo? La risposta è purtroppo affermativa. E’ trascorso quasi un anno dalla vicenda tragicomica che vide protagonista un giovane ladro romano, che mentre rubava in un appartamento, non si seppe controllare e si collegò al noto portale sociale da un computer dell’appartamento stesso. Peccato che questo abbia portato all’arresto del “ladro Net Dipendente”.

Chissà che cosa c’entra Facebook con un furto in un appartamento… finché non si trova l’indirizzo IP del computer e la stringa di utente agente (user-agent) per identificare la posizione del ladro e quindi arrestarlo… Infatti, se l’uomo non si fosse collegato al portale, il suo indirizzo IP e il suo user-agent non sarebbero stati captati e quindi il ladro non sarebbe stato localizzato. Questo fatto mette in risalto alcuni particolari dal punto di vista della dipendenza da social network, considerando che questo episodio fu enfatizzato dall’evidenza che il ladro si sarebbe collegato per controllare il suo profilo. Non mi sembra che un profilo sia da controllare: è sempre lo stesso, semmai questo moderno Arsenio Lupin avrà controllato lo status degli amici o qualche nuovo messaggio. Lo scorso anno la notizia destò un certo interesse anche perché all’epoca si affermò inoltre che il ladro sarebbe stato rilevato tramite i suoi dati inseriti: chissà che cosa c’è da rilevare da un username ed una password, oltretutto captare dati di accesso è un illecito; a parte ciò, solo e solamente un indirizzo IP può essere tracciabile (lo user-agent può essere utile anche per trovare informazioni su risorse per la navigazione su Internet) .Resta aperto il quesito su cosa abbia spinto l’incauto a collegarsi a Facebook proprio nel fatidico frangente. L’aspetto comico della vicenda è facilmente intuibile, quello tragico è molto sfumato e sfuggente, come spesso accade con tutto ciò che crea dipendenza psicologica.

Alessio Ganci

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information