TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 674 del 28 luglio  2019
Tel. 346 8046218
 TRUCIOLI TORNERA'
L'8 SETTEMBRE
BUONE VACANZE
Cinema: Nikita Stampa E-mail
Scritto da BIAGIO GIORDANO   
RUBRICA DI CINEMA A CURA DI BIAGIO GIORDANO
Nikita

 Nikitadi Luc Besson, con Anne Parillaud, Jean Hughes Anglade, produzione Usa, anno 1990, genere  thriller, durata 114 minuti. 

 Francia. In carcere non si è mai certi di scontare l'ergastolo per intero, forse anche per questo è meglio questo tipo di pena che la pena di morte. 

In carcere si possono ad esempio ricevere, in cambio della libertà, proposte di lavoro dallo Stato, come quella di svolgere servizi speciali per la sicurezza della nazione, che, seppur molto rischiosi, i detenuti, ritenuti idone, finiscono per accettare. La legge che proibisce  questo genere di trattative può essere facilmente aggirata.

Il film. Banlieu di Parigi. Nikita, ragazza tossico dipendente, a corto di stupefacenti  partecipa con la sua gang a una rapina in una Farmacia, nello scontro, che arriva ad essere  a fuoco, muoiono diverse persone tra cui alcuni poliziotti. 

Nikita viene condannata all'ergastolo. In carcere dopo essere stata messa sotto stretta osservazione, le viene fatta dai servizi segreti di Stato, una proposta che prevede, in cambio della libertà vigilata, un lavoro segreto per lo Stato. 

Dovrà però cambiare personalità, essere considerata civilmente morta per overdose e diventare Killer con un nome diverso. Nikita accetta ma le cose risulteranno molto più difficili rispetto a come le erano state  prospettate in un primo momento. Solo la fortuna e le  capacità di sopravvivenza di Nikita, fortificatesi nella sua sfortunata vita sociale di tutti i giorni decideranno del suo destino. 

Film noir originale e non banale in quanto la fantasia che lo anima non è mai una vera e propria  separazione dalla realtà ma  è prodotta dalla realtà stessa come via di fuga (libidica?), fino al punto da essere percepita dallo spettatore come vera, ossia come richiamo a una propria verità storica, soggettiva e di genere metapsicologico.  

Film cult. Straordinario ritmo narrativo, grande regia. Tante imitazioni in seguito.

      Biagio Giordano  

 

I LIBRI DI BIAGIO GIORDANO

Cliccate sulle immagini per saperne di più e per acquistarli

 
 
 
NEW
        
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information