GLI AFORISMI DI MAURO COSMAI
TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 651 del 17 febbraio 2019
Tel. 346 8046218
LA RASSEGNA STAMPA DELLA SETTIMANA 
“A Campanassa” de anchêu Stampa E-mail
Scritto da ROCCO PELUFFO   
  “A Campanassa” de anchêu 

 Sabato 15 dicembre dell’anno di grazia 2018 è stato “celebrato” il consueto “Confuoco”.


 La prima domanda che i savonesi si sono posti è relativa alla ‘data’: perché a metà dicembre e non alla vigilia di Natale (il 22 o 23 del mese)???????

Da sempre, per tradizione ma anche per logica, essendo l’omaggio solstiziale beneaugurante del “popolo” savonese ai propri amministratori, “reggitori” dell’Amministrazione cittadina, il ‘confuoco’ si è celebrato nel fine settimana precedente il Natale.

Da “O leûdo” di Sestri Levante, alla ‘Compagna’ di Genova, come a tutte le altre associazioni culturali che rinnovano tale ‘omaggio’ e tutelano le tradizioni, presenti sull’intero arco della Liguria, mantengono la collocazione temporale.

Perché “A Campanassa” ed il Comune di Savona (per quanto esso abbia concorso alla scelta della data) hanno stravolto le regole consolidate?

Forse qualcuno aveva ‘impegni’ differenti?

Comunque il ‘Confuoco’ a metà del mese ha presentato aspetti molto negativi, quali l’assenza delle più importanti Autorità locali, così da costringere il presidente della ‘A Campanassa’ a “ringraziare” presidenti di club ed i pochi cittadini partecipanti.

 

I ‘militari’ presenti, anzichè come di consueto nella prima fila del pubblico, troneggiavano sul palco, quasi a ‘difesa’ del “Personaggio” savonese al quale è stato dedicato il tradizionale vaso del Confuoco.

Se si aggiunge il “tono minore”, con scambi di battute relative alla vita cittadina, in perfetto lingua italica, anzichè in dialetto ‘cicciollou’ senza la pur cordiale ’solennità’ dell’evento, il ‘quadro’ si completa con effetti ‘attenuati’ per le future sorti della Associazioni e dei Suoi cittadini, anzichè consone al “ritorno della luce”, proprio della ricorrenza religiosa e di calendario.

Hanno ‘salvato’ la ‘tradizione’ gli interventi dei bambini, i quali – SOLO loro – si sono rivolti al Sindaco con piccoli, ma puntuali ‘mugugni’ in lingua savonese!!! W i bimbi!!!


Poi , “A Campanassa ringrazia” , il riconoscimento da un po’ di tempo rivolto ad un savonese per  meriti verso la città, è stato conferito all’on. Cristina Rossello, nominata dal suo partito responsabile della commissione politiche europee, elencando le caratteristiche del personaggio dalla adolescenza allo sviluppo, con le cariche di partito raggiunte.  

Anche in proposito, quali che siano le doti del personaggio, il riferimento ai meriti “di partito” viola lo statuto della “A Campanassa” che sancisce la apoliticità delle Associazione? 

Il tutto fa ritenere che “A Campanassa” debba “rivedere il suo stile” di comportamento, per riportarlo a quello dei Padri (fondatori soprattutto), sempre, in ogni occasione, gelosi custodi delle tradizioni, i quali non perdevano occasione per dimostrare il persistente ORGOGLIO  della appartenenza alla “gente sabazia”.  


Rocco Peluffo

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Ultime da UOMINILIBERI

Login

Registrati per poter commentare gli articoli





Banner
Banner

dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa



 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information