TRUCIOLI SAVONESI 
Settimanale Anno XIII
Numero 598 del 10 dicembre 2017
Tel. 346 8046218
LA RASSEGNA STAMPA DELLA SETTIMANA
Cause inducenti alterazioni dell'atmosfera Stampa E-mail
Scritto da ALDO PASTORE   
Aldo Pastore
RIFLESSIONI SUL PRESENTE E SUL FUTURO
 (tredicesima parte)

CAUSE INDUCENTI ALTERAZIONI DELL’ATMOSFERA

Come già accennato alla conclusione della precedente (dodicesima) parte, è sufficiente una minima modifica delle concentrazioni dei gas - traccia nell’atmosfera, che circonda la terra, per alterare negativamente il meraviglioso meccanismo termoregolatore del nostro pianeta.

Riportiamo, a tal proposito, l’elenco dei principali gas – traccia, attualmente presenti nell’atmosfera terrestre.

 (Tabella numero 23 pagina 166 della pubblicazione “SCIENZA È UTOPIA” nuova edizione)


- Per  ragioni di spazio e di tempo, limiteremo la nostra indagine ed  il nostro interesse esclusivamente al BIOSSIDO DI CARBONIO (altrimenti definito ANIDRIDE CARBONICA o con il termine chimico: CO2); ovviamente ci dichiariamo, già sin d’ora, disponibili a discutere sugli altri GAS TRACCIA, elencati nella tabella; In questo momento, tuttavia, dissertare sull’intera materia ci porterebbe assai lontano ed, in ogni caso, a traguardi alquanto diversi rispetto a quello che ci siamo proposti di raggiungere con questi articoli, vale a dire IL TEMA DELLE MODIFICAZIONI CLIMATICHE INDOTTE DALLE ALTERAZIONI ATMOSFERICHE.

- Ritornando, quindi, AL BIOSSIDO DI CARBONIO, occorre, in primo luogo, precisare che QUESTO GAS, IN CONDIZIONI OTTIMALI (0,0028%, EQUIVALENTI A 280 PPM) È FONDAMENTALE PER GARANTIRE L’EQUILIBRIO TERMICO DEL PIANETA, PERCHÉ, SENZA DI ESSO (E GLI ALTRI GAS TRACCIA), LA TERRA AVREBBE UNA TEMPERATURA PIÙ BASSA DI 33 GRADI CENTIGRADI, OVVERO SAREBBE GHIACCIATA E PRIVA DI VITA.

 MA DALL’INIZIO DELL’ ERA INDUSTRIALE (ANNO 1760 CIRCA), LA SITUAZIONE  ATMOSFERICA È PROFONDAMENTE MODIFICATA IN PEGGIO.


Diverse e molteplici sono LE CAUSE DETERMINANTI L’ELEVAZIONE DEI VALORI DEL BIOSSIDO DI CARBONIO NELL’ATMOSFERA; possiamo dire, in estrema sintesi, che sono responsabili di questa disarmonia biologica tutte le attività umane e tutte le produzioni industriali, inducenti un aumento dell’impiego dell’ ELEMENTO CARBONIO, presente in natura, sotto le più svariate forme, semplici e complesse; in questo contesto, un rilievo particolare va attribuito ai PROCESSI DI COMBUSTIONE DI LEGNA, CARBONE, PETROLIO E SOSTANZE FOSSILI IN GENERE.


- Giunti a questo punto, OCCORRE PRECISARE IL MECCANISMO, ATTRAVERSO IL QUALE L’ECCEDENZA DEL BIOSSIDO DI CARBONIO VIENE AD INCIDERE SULL’AUMENTO DELLA TEMPERATURA DELLA SUPERFICIE TERRESTRE.

- In tutto si può riassumere in queste poche parole:

IL BIOSSIDO DI CARBONIO (IN ECCEDENZA ATMOSFERICA) LASCIA INVARIATA E COSTANTE L’ENERGIA INVIATA DAL SOLE SULLA  TERRA, MA ASSORBE UNA PARTE DELLA RADIAZIONE INFRAROSSA (ED IN PARTICOLARE QUELLA  A LUNGHEZZA D’ONDA “LUNGA”) CHE LA TERRA “RILANCIA” VERSO GLI SPAZI INTERPLANETARI; IN SINTESI, SI ASSISTE AD UN AUMENTO DELL’ENERGIA TRATTENUTA DALLA TERRA, CON CONSEGUENTE INNALZAMENTO DELLA TEMPERATURA MEDIA DEL “PIANETA TERRA”.

E’ LO STESSO MECCANISMO CON IL QUALE FUNZIONA UNA SERRA: LA LASTRA DI VETRO, CHE CHIUDE LA SERRA, LASCIA PASSARE LA RADIAZIONE SOLARE, MA IMPEDISCE AL CALORE DEL TERRENO, CONTENUTO ALL’INTERNO DELLA SERRA, DI ESSERE IRRAGGIATO VERSO L’ESTERNO, PER CUI LA TEMPERATURA, ALL’INTERNO DI UNA SERRA, È SEMPRE PIÙ ELEVATA RISPETTO ALL’ESTERNO (ANCHE DURANTE LA STAGIONE INVERNALE), CONSENTENDO COLTIVAZIONI, CHE, ALTRIMENTI, SAREBBERO IMPOSSIBILI.

QUESTO È, DUNQUE, L’EFFETTO SERRA.

 Ma, il peggio, verosimilmente, è ancora da venire.

Vale la pena, ancora una volta, di  citare le profetiche parole della grande scienziata Margherita Hack (scomparsa, purtroppo, lo scorso anno):

Se si va avanti con queste metodologie e ritmi di produzione, l’effetto serra aumenterà ancora di più; si prevede che la temperatura media, tra cinquant’anni potrà alzarsi anche di cinque o sei gradi. Le conseguenze saranno: scioglimento dei ghiacciai, dilatazione termica degli oceani, innalzamento del livello altimetrico dei mari ed , infine, sommersione di tante città costiere.”

Aggiungiamo, in conclusione di questa nostra tredicesima parte ed a conferma delle futuribili previsioni di Margherita


Tratteremo, nella prossima parte di questa comunicazione, LE DRAMMATICHE CONSEGUENZE  GIÀ AVVENUTE NEI  NOSTRI GIORNI

 ALDO PASTORE

  

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 






chiamaci su Skype

Il mio stato

Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner

dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information