di Massimo Bianco
TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XVI
Numero 685 del 17 novembre  2019
Tel. 346 8046218
Lambertini è il nuovo sindaco di Cairo Montenotte Stampa E-mail
Scritto da SELENA BORGNA   
Paolo Lambertini è il nuovo sindaco
di Cairo Montenotte

 Dopo una campagna elettorale in crescendo, alla fine Paolo Lambertini ha “messo la freccia” e completato il sorpasso: è lui il nuovo sindaco di Cairo Montenotte. Il 61enne agronomo di Ferrania, appoggiato dal centrodestra è riuscito ad avere la meglio sul candidato “della continuità”, Matteo Pennino. La lista civica “Noi per cambiare – Lambertini sindaco” ha conquistato 3327 voti, pari al 47,58%, contro i 2207 voti (31,56%) del rivale Pennino con la sua “Matteo Pennino per Cairo”, appoggiata dal centrosinistra (lo stesso Pennino è segretario cittadino del Pd). Il terzo sfidante Giovanni Ligorio, sostenuto dal “Movimento civico Ligorio per Cairo Montenotte” (che strizzava l’occhio ai simpatizzanti del Movimento 5 Stelle), si è fermato al 20,85%, con 1458 voti.


Se all’inizio della campagna elettorale la vittoria di Pennino sembrava scontata, successivamente le quotazioni di Lambertini erano salite costantemente. A sancire il definitivo sorpasso sono state dunque le urne: toccherà a Lambertini raccogliere il testimone che prima di Fulvio Briano fu di Osvaldo Chebello, primo cittadino mai abbastanza compianto a cui il nuovo sindaco si ispira apertamente. Per Pennino invece, in consiglio comunale dal 2007 e capogruppo di maggioranza nell’ amministrazione Briano, una sconfitta di quelle “che brucia” dato il vantaggio di partenza.

“Sono contento, siamo contenti”, ha dichiarato a caldo del neosindaco, “e devo dire che è stata una cavalcata bellissima. Siamo partito in sordina, un po’ timorosi anche, ma convinti di avere un progetto e un programma che poteva essere interessante e sicuramente avrebbe incontrato i consensi della gente. Noi volevamo cambiare sostanzialmente il modo di fare politica, di approcciarsi con la gente: volevamo verità, concretezza e partecipazione, volevamo far sentire tutti protagonisti nel costruire le cose per questa nostra città. Cairo è bella, abbiamo tante risorse, e vogliamo tutti insieme costruirne il futuro”.


“Totogiunta? E’ veramente presto”, prosegue Lambertini, “e valuteremo con calma le preferenze date dagli elettori e in base a quelle decideremo insieme. E’ una cosa che ci tengo a dire: lo faremo senza nessun tipo di condizionamento, non accetto e non accetterò, né adesso né mai, che arrivi alcun tipo di imposizione. Questo lo garantisco personalmente, ritengo che sia stata la nostra forza fino ad oggi e sarà la nostra forza anche domani”.

Se per Lambertini a prevalere è la gioia, in casa Pd l’amarezza la fa da padrona. “Abbiamo proposto un progetto innovativo per la città. Purtroppo non ha avuto il consenso che speravamo. Il nostro impegno sarà costante e crediamo ce ne sarà bisogno”, ha dichiarato il candidato sconfitto del centrosinistra Matteo Pennino, “abbiamo proposto un progetto innovativo che nei fatti poteva migliorare Cairo nei prossimi anni. E’ evidente che sono stati compiuti errori, ma abbiamo condotto una campagna elettorale onesta e sempre propositiva nei contenuti. Forse paghiamo anche responsabilità non nostre. Forse…”.


“Dopo 10 anni di amministrazione e’ prevalso il desiderio di un radicale cambiamento, spesso capita così e lo accettiamo. Lasciamo un comune sano nella struttura finanziaria, con concrete possibilità di fare investimenti importanti. Auguriamo un buon lavoro al nuovo sindaco, ci impegneremo da oggi in una sana e costruttiva opposizione”, conclude Pennino.

“Congratulazioni al neo sindaco. Spero che con Paolo cambi un modo di fare politica distante dai cittadini”, ha evidenziato l’altro sconfitto alle elezioni comunali cairesi Giovanni Ligorio, che sportivamente, con la sua squadra si è recato al point elettorale del neo eletto primo cittadino Lambertini, “ma voglio dire che siamo comunque soddisfatti del nostro risultato, anche se non è bastato”.


“Che bello!”, ha dichiarato in una sola parola, con riferimento all’ultimo sindaco di centro destra Osvaldo Chebello il capogruppo di Forza Italia in Regione Angelo Vaccarezza per la storica vittoria a Cairo Montenotte con l’elezione a sindaco di Paolo Lambertini, “ed è una parola che aspettavo di dire da tanti anni in questo Comune. Finalmente Cairo cambia, dopo dieci anni di amministrazione del Pd e del centro sinistra: per i cairesi e la vallata serve un cambio di passo e vero rinnovamento. Paolo è stato un grande candidato, ha fatto una campagna elettorale splendida, con proposte vere, senza mai cadere in provocazioni o polemiche e sono sicuro che sarà un grande sindaco per Cairo Montenotte. Lambertini è stata la ciliegina sulla torta di altri risultati importanti: a Borghetto Santo Spirito la vittoria di Canepa, per certi versi persona simile a Paolo, una persona normale della società civile che ha saputo interpretare i bisogni della gente. E poi la bella riconferma di Pierangelo a Calizzano, non era facile: invece, è stato ancora una volta molto bravo, dando un segnale significativo con una vittoria netta”.

“Qualcuno pensava al filotto, invece il triplete lo abbiamo fatto noi” conclude Vaccarezza.


In consiglio comunale entreranno Caterina Garra con un enorme numero di preferenze, ben 591, Roberto Speranza (324 voti), Nicolò Zunino (319), Maurizio Briano (309), Marco Dogliotti (295), Matteo Dalla Vedova (266), Fabrizio Ghione (247), Ilaria Piemontesi (241), Ambra Granata (225), Francesca Pera (220) e Nella Ferrari (194). Queste le altre preferenze: Barbara Beltrame 163, Sandra Carrera 156, Francesco Cera 89, Omar Scarone 38 e Fiorella Delfino 32.

Per la lista di Matteo Pennino, oltre al candidato sindaco, entreranno in consiglio Alberto Poggio con 325 voti e Giorgia Ferrari con 287. Di seguito il risultato degli altri candidati: Giuliano Bertone 268, Vincenzo Mariniello 209, Fulvia Berretta 165, Chiara Repetto 152, Sergio Carle 144, Veronica Molinari 145, Alida Prampolini 123, Maria Grazia Malatesta 122, Adalberto Ricci 102, Sandro Garrone 96, Attilio Biagini 99, Graziano Bonifacino 85, Monica Nigro 72 e Roberta Daniel 27.

Giovanni Ligorio, infine, sarà affiancato in consiglio comunale da Silvio Beltramo, che ha ottenuto 172 preferenze. Dietro di lui: Roberta Beltrame 102, Nicolò Lovanio 101, Maria Sofia Sterzi 90, Silvano Nervi 93, Elisa Queirazza 87, Ruggero Delponte 78, Laura Crosa 72, Anna Maria Lo Proto 67, Patrizia Mantia 63, Andrea Bracco 54, Mario Bertone 51, Simone Ferrero 44, Francesca Savio 42, Gianni Bottura 26 e Marco Sicco 9.

  SELENA BORGNA

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information