di Massimo Bianco
TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XVI
Numero 688 del 8 dicembre  2019
Tel. 346 8046218
IL VOLTO DELLA MEMORIA (QUARTA PARTE) Stampa E-mail
Scritto da Aldo Pastore   
IL VOLTO DELLA MEMORIA
(Quarta parte)

Nei giorni scorsi, la città di Genova e del suo comprensorio sono stati pesantemente colpiti da un’ alluvione, che ha provocato la morte di un cittadino ed ingenti danni, così sintetizzati (sotto il profilo puramente economico) dalla seguente tabella:


Molto si è discusso sulla RESPONSABILITA', che dovrebbero essere alla base di questo drammatico disastro.

Secondo un sondaggio, eseguito dall’ ISTITUTO PIEPOLI, lunedì 13 ottobre, per il quotidiano "LA STAMPA", le responsabilità dovrebbero essere così suddivise:

 - DELLA BUROCRAZIA ITALIANA: 33%

 - DAL GOVERNO NAZIONALE: 21%

 - DELLE PRECEDENTI AMMINISTRAZIONI LOCALI: 13%

 - DEL SINDACO  E DELLA GIUNTA COMUNALE: 10%

 - DELLA PROTEZIONE CIVILE: 5%

 - DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE DELLA GIUNTA REGIONALE: 5%

 - DELL’ ARPAL (AGENZIA REGIONALE PER L’AMBIENTE): 4%

 - DI NESSUNO: 6%

 - SENZA OPINIONE: 3%

Ma noi, a questo punto, abbiamo voluto andare oltre e sentire la voce di un grande personaggio come FERNAND BRAUDEL, il quale sosteneva che

“GENOVA È UN CORPO FRAGILE, UN SISMOGRAFO ULTRASENSIBILE, CHE REGISTRA OGNI VIBRAZIONE DEL VASTO MONDO”

E da allora, siamo andati avanti ancora ed abbiamo bussato alla porta di RENZO PIANO, il quale ha aggiunto che

 GENOVA È COSÌ FRAGILE E COSÌ SENSIBILE DA MORIRE PER UNA PIOGGIA DI TROPPO, PERCHÉ, IN UN LUNGO SONNO DELLA RAGIONE GLI ABITANTI HANNO SPOGLIATO LE SUE MONTAGNE E LE HANNO RIEMPITE DI CEMENTO.

Ed ecco, da questi insegnamenti, noi abbiamo, dunque, potuto apprendere che

 GENOVA E LA LIGURIA SONO FRAGILI PER LA LORO INTRINSECA NATURA GEO-MORFOLOGICA, MA CHE TALE FRAGILITÀ SI È ULTERIORMENTE AGGRAVATA A CAUSA DELLA MENTE DIABOLICA DELL' ESSERE UMANO E DELLE SUE CONSEGUENTI SCELTE OPERATIVE IN CAMPO URBANISTICO E NEL SETTORE PROTEZIONE CIVILE.

 Occorre, in altre parole, una serie riflessione politica su questo argomento e, soprattutto, la DEFINIZIONE DI PRECISE LINEE OPERATIVE, FONDATE SU TRE FONDAMENTALI PRESUPPOSTI:

 A) LA CONOSCENZA TECNICO SCIENTIFICA

 B) LA PREVISIONE DEGLI EVENTI

 C) LA PREVENZIONE, CHE SI IDENTIFICA CON IL CONCETTO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

Ed allora, è istintivamente tornato alla  nostra memoria un articolo che, su questi argomenti, scriveva, 18 anni or sono, ALDO PASTORE





Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information