di Massimo Bianco
TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XVI
Numero 688 del 8 dicembre  2019
Tel. 346 8046218
NON ODIARE Stampa E-mail
Scritto da Manrico Maglia   
NON ODIARE
Una canzone di Bennato iniziava dicendo... "E' stata tua la colpa, allora adesso che vuoi.... volevi diventare come uno di noi...."il senso della canzone era un'altro...ma si addice bene questo inizio alla realtà.
Beh mi è venuta in mente oggi mentre iniziavo a far spazio ai pensieri mentali per iniziare questo articolo che sento il bisogno di scrivere dopo mesi che leggo e sento di tutto nei confronti degli extracomunitari.... anche se sarebbe giusto specificare "l'uomo nero", visto che romeni, ex slavi e albanesi, ormai parlano meglio l'italiano degli italiani stessi e che pure gli americani  e i giapponesi sono extracomunitari.. 
ma se portano denaro...no problem... anzi...
Dicevo... sono mesi che nei discorsi di qualsiasi natura e di qualsiasi credo politico o religioso (questo è grave per chi professa un "ama il prossimo tuo come te stesso"), qualsiasi argomento venga dirottato in un qualunquistico "ne arrivano troppi, ci rubano il lavoro, è casa nostra, vengono mantenuti a nostre spese e per terminare con il classico..gli danno le case popolari.... Analizziamo questi punti un attimo... Nel loro paese di origine hanno guerre spesso alimentate dalle stesse armi che il nostro stato italiano gli vende... (vedasi Siria e Israele), oppure da sempre vengono mantenuti nella povertà più atroce e mentre gli occidentali fanno la fila per l'ultimo smartphone, in Africa bambini muoiono di stenti.... voi rimarreste in quelle condizioni?? Personalmente cercherei di scappare da queste atrocità.

Per il lavoro che ci rubano...sarebbe bello sapere quale, visto che non ce ne è per nessuno...e se lavorano sottopagati, la colpa non è loro che accettano ma degli aguzzini che li obbligano e dello Stato che non controlla.
Casa nostra??? Beh l'amiamo così tanto che non la rispettiamo, la sfruttiamo, la usiamo, la massacriamo, la inquiniamo.... ma poi diventa di colpo una proprietà se bisogna condividerla.
Che vengano mantenuti, sono leggende metropolitane...che i nostri governanti prendano stipendi e vitalizi sproporzionati invece è realtà...ma visto che sono potenti..
meglio essere sottomessi e prendersela con altri...indifesi..
Per quanto riguarda le case popolari..se a voi offrissero una abitazione, la rifiutereste? Non credo..sono le leggi da cambiare, i diritti di precedenza...ma al contempo anche sfrattare chi possiede immobili o entrate superiori al grado definibile di povertà.... 
Siamo nel 2014.... sarebbe ora di guardare oltre il colore della pelle, oltre ad un facile odio, e lavorare tutti per un paese migliore...anche perchè gli italiani sono emigrati in tutto il mondo...e chi è nato all'estero ha acquisito la cittadinanza della terra natia...per cui chi nasce in italia..è italiano a tutti gli effetti..anche se giallo, scuro, bianco, verde o blu.... e la xenofobia... è solo indice di ignoranza...e l'ignoranza si combatte con la conoscenza.
 Fermatevi a parlare con loro, sentite le loro storie, vi accorgerete che spesso sono fatte di sofferenza, violenze, fame e disperazione... E non giudicate se non conoscete...non vogliono diventare uno di noi...ma essere accettati come umani , quali sono e dimenticare un pò dell'inferno da cui provengono.
Fra due mesi è Natale.... chissà che non si possa davvero essere più buoni... e lo dico da ateo...intanto: Auguri!!
 
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information